Google Hangouts, addio alla versione Classic

Google ha comunicato importanti novità per gli abbonati alla G Suite. A partire da aprile 2019 verranno effettuati diversi cambiamenti che porteranno alla chiusura di Hangouts Classic. Da ottobre 2019 sarà necessario utilizzare i servizi Hangouts Chat per la messaggistica e Hangouts Meet per le videoconferenze. Una simile transizione riguarderà in futuro anche gli utenti consumer.

La roadmap prevede innanzitutto la disponibilità delle versioni web e mobile di Hangouts Chat dal mese di aprile 2019. Sarà ancora possibile usare Hangouts Classic in Gmail, su smartphone, web e tramite estensione Chrome. Gli amministratori dovranno eseguire una serie di operazioni in modo da garantire la protezione dei messaggi.

La versione classica di Hangouts andrà in pensione ad ottobre 2019 e tutti gli abbonati alla G Suite potranno usare solo Hangouts Chat. Google fornirà ulteriori informazioni in futuro. Il supporto per la versione consumer continuerà ancora, ma è previsto il passaggio anche per gli utenti privati, probabilmente nel 2020.

Per quanto riguarda l'interoperabilità tra Hangouts Classic e Hangouts Chat, Google spiega che sarà possibile utilizzare uno dei due servizi per inviare e ricevere messaggi diretti, anche con utenti esterni. Non saranno invece possibili le conversazioni di gruppo, quindi andranno ricreate in Hangouts Chat.

Quest'ultima dovrebbe diventare un concorrente diretto di Slack. Le funzionalità previste sono numerose: stanze virtuali, condivisione di documenti, ricerca, supporto per i bot, applicazioni per Windows e macOS, chat con utenti esterni al dominio, integrazione completa con Gmail, integrazione con Google Voice e videochiamate migliorate.

  • shares
  • +1
  • Mail