Google cancella 29 app fotografiche dal Play Store

I moderni smartphone, anche quelli economici, integrano fotocamere sempre più raffinate che permettono di ottenere immagini di elevata qualità. Questa caratteristica viene sfruttata dai malintenzionati per ingannare gli utenti e convincerli a scaricare pericolose app dal Google Play Store, come quelle scoperte da Trend Micro e subito rimosse dall'azienda di Mountain View.

La nota software house ha individuato 29 app Android, scaricate milioni di volte, che promettono di migliorare gli scatti e di apportare varie modifiche. Si tratta in realtà di app che visualizzano banner pubblicitari e consentono di effettuare attacchi di phishing o scam (truffa). Alcune sono anche difficili da eliminare, in quanto l'icona non è visibile nel launcher, mentre altre usano metodi di compressione che ostacolano l'analisi mediante i software di sicurezza.

Alcune visualizzano banner a pieno schermo quando l'utente sblocca lo smartphone. Un tap su queste inserzioni fasulle causa il download di un player a pagamento. Altre app portano a siti di phishing che cercano di rubare i dati personali (email e numeri di telefono), promettendo vincite di prodotti.

Ci sono anche app che chiedono di caricare una foto per "abbellire" il volto, ma è solo un trucco usato per rubare immagini degli utenti che verranno sfruttate per creare falsi profili sui social network. Fortunatamente Google ha rimosso tutte le app segnalate da Trend Micro.

Prima di scaricare un'app dal Play Store è consigliabile leggere le recensioni. In ogni caso dovrebbero essere utilizzate solo app pubblicate da sviluppatori conosciuti.

  • shares
  • +1
  • Mail