Nokia vuole brevettare il concept Morph

Qualcuno forse ricorda un progetto di Nokia chiamato Morph, nel 2008 l'azienda finlandese ha mostrato un telefono che cambiava la sua forma a seconda dell'esigenza dell'utente, il tablet della Ausus Trasformer al confronto è poca cosa. Ora è decisa a trasformare il progetto in un brevetto, depositando la richiesta nel settembre del 2010, ma solo oggi sono visibili i documenti.

Vengono descritti sostanzialmente i concetti di Morph in dettaglio, ma non sono definite e ne chiarite le tecnologie costruttive. Il corpo trasformabile è configurato per essere allungato elasticamente. L'apparato è completo delle connessioni wirelles come GPS, Wi-Fi, che quindi dovrebbe identificarlo come un telefono, anche se alcune voci parlano solo di un accessorio complementare. Il prototipo come vedete dai disegni può essere indossato utilizzando materiale adesivo, deformandosi per avvolgere il corpo, o essere utilizzato come una ventosa. Sembra che il tutto possa essere poi implementato con uno schermo flessibile, che ormai sembra una realtà dato che LG ha comunicato che sta per iniziare la produzione dei flex screen.

Altre informazioni descrivono che i materiali usati possono essere trasparenti, e le plastiche hanno una capacità elastica eccezionale, in modo tale da avere dimensioni variabili a seconda di come lo si utilizzi. Nokia afferma che in futuro potrà essere usato per monitorare la temperatura corporea e la frequenza cardiaca.

Però il brevetto non è stato ancora concesso e non ci sono certezze se questo avverrà mai, ma è certo, viste le attuali condizioni di sviluppo di prodotti mobili, che molti dei concetti verranno applicati ai nostri smartphone in un futuro non molto lontano.

Via | Unwiredview.com

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: