Google Search e Chrome, alternative in Europa

Come promesso a fine marzo, Google consentirà agli utenti europei di scegliere il motore di ricerca e il browser su Android. Anche se il sistema operativo ha sempre offerto ampia scelta, l'azienda di Mountain View è stata costretta a rispettare le richieste della Commissione Europea, dopo aver ricevuto una multa di 4,34 miliardi di euro.

Google ha ovviamente espresso il suo disaccordo, affermando che Android può essere personalizzato in ogni suo aspetto. Gli utenti possono infatti scaricare qualsiasi app alternativa. La Commissione Europea ha tuttavia contestato la preinstallazione di Google Search e Chrome su tutti i nuovi smartphone, ravvisando un abuso di posizione dominante.

Il Product Management Director, Paul Gennai, ha comunicato che gli utenti vedranno un'opzione per scegliere il motore di ricerca e il browser. Le schermate appariranno quando verrà aperto il Google Play Store. Ognuna mostrerà quattro alternative oltre alle app già installate. L'elenco sarà casuale e basato sulla popolarità dell'app in ogni paese.

Dopo aver scelto l'app comparirà una schermata aggiuntiva con le istruzioni sulle impostazioni. Nel caso di un'app di ricerca verrà chiesto all'utente se vuole impostarla come motore di ricerca predefinito per Chrome. Il "choice screen" verrà visualizzato nelle prossime settimane sia per i nuovi che per i vecchi smartphone Android, dopo aver ricevuto un aggiornamento del Google Play Store. L'implementazione evolverà nel corso del tempo.

  • shares
  • Mail