Modalità Incognito per Google Maps e Search

Il supporto per la realtà aumentata non è l'unica novità in arrivo per le app Google Maps e Search. La privacy è stato uno degli argomenti principali del Google I/O 2019, quindi non potevano mancare novità sul tema per i due popolari servizi. Entrambi supporteranno la modalità Incognito.

La funzionalità è disponibile da tempo in Chrome, consentendo agli utenti di navigare in Rete senza conservare nel browser la cronologia, i cookie e le informazioni inserite nei moduli. Anche YouTube per Android permette di attivare la modalità per non lasciare traccia dei video visti sulla piattaforma. Nelle prossime settimane arriverà anche su Google Maps e Search. Le ricerche e i percorsi non verranno memorizzati nell'account. Per attivare la modalità Incognito è sufficiente scegliere la voce visibile quando si tocca la foto del profilo.

Google ha inoltre migliorato la gestione dei dati da parte degli utenti. L'azienda di Mountain View ha innanzitutto semplificato l'accesso al Google Account in diverse app, tra cui Maps, Search, Chrome, Assistant e News. Basta infatti un tap sulla foto del profilo e quindi sul pulsante "Account Google". Un nuovo controllo è stato inoltre aggiunto alla scheda Attività web e app che consente di impostare una durata massima per la conservazione dei dati (3 o 18 mesi). Alla scadenza i dati verranno automaticamente eliminati. La stessa opzione sarà disponibile nella scheda Cronologia delle posizioni.

I progressi compiuti nel machine learning hanno permesso a Google di ridurre la dimensione dei modelli IA, quindi oggi è possibile eseguire i calcoli direttamente sul dispositivo, come accade per la nuova versione dell'assistente personale. Oltre ad un incremento delle prestazioni si ottiene anche una maggiore privacy, in quanto i dati non sono inviati al cloud.

  • shares
  • Mail