Huawei P30, stilista con l'intelligenza artificiale

L'intelligenza artificiale non serve solo per scattare foto perfette, ma anche per creare una collezione di moda. Huawei ha sfruttato la potenza di calcolo dei recenti P30 e P30 Pro per suggerire una serie di abiti attraverso l'app Fashion Flair. In pratica i nuovi top di gamma sono diventati stilisti, fornendo ispirazione alla fashion designer Anna Young, creative director e fondatrice del brand ANNAKIKI.

Fashion Flair, sviluppata in esclusiva per i nuovi P30 e P30 Pro, utilizza il riconoscimento delle immagini e una rete neurale per creare le proposte di outfit. La rete neurale è stata addestrata con un database di circa 30.000 immagini che raffigurano abiti vintage dagli anni '20 agli anni '70, modelli delle collezioni di ANNAKIKI dal 2016 al 2018 e foto degli archivi Showbit.

All'avvio dell'app viene mostrata una galleria di immagini generate dall'intelligenza artificiale. L'utente può applicare quattro filtri, in modo da personalizzare il risultato finale. È possibile scegliere il colore dell'abito, il volume (outfit aderente o ampio), la lunghezza e la trama. A partire dalle quattro immagini corrispondenti, l'app genera la proposta di outfit che verrà preso come spunto di partenza dallo stilista in carne e ossa. Tutti i calcoli vengono effettuati dalla dual NPU (Neural Processing Unit) del processore Kirin 980.

Fashion Flair è il primo esempio di rete neurale artificiale che viene utilizzata da una stilista per ideare e realizzare un capo di moda. La prima collezione frutto della collaborazione tra uno smartphone e un fashion designer è stata ispirata anche dai colori della serie Huawei P30: Amber Sunrise, Breathing Crystal, Aurora e Black. I 20 abiti della collezione ANNAKIKI for Huawei possono essere acquistati online sullo store LuisaViaRoma.

  • shares
  • Mail