Smartphone Huawei, addio ad Android?

Il recente ordine esecutivo firmato da Donald Trump non aveva finora avuto conseguenze dirette sui prodotti consumer. Google ha invece confermato che i dispositivi Android di Huawei non verranno più supportati. Ciò significa niente aggiornamenti per gli smartphone e i tablet sul mercato, mentre sui futuri modelli potrà essere installata solo la versione open source del sistema operativo.

Il governo statunitense ha creato una blacklist di aziende straniere che non possono sottoscrivere accordi commerciali con le aziende statunitensi. Nell'elenco c'è anche Huawei, secondo produttore mondiale di smartphone alle spalle di Samsung. Google ha dovuto quindi rispettare l'ordine e togliere la licenza Android. L'azienda di Mountain View ha tuttavia specificato che Google Play Store e Google Protect continueranno a funzionare sui dispositivi già sul mercato.

In pratica gli utenti che hanno acquistato i recente P30 e P30 Pro potranno ancora aggiornare Gmail, Chrome, YouTube e altre popolari app Google. Difficilmente però riceveranno l'aggiornamento ad Android Q, per il quale è necessaria la certificazione (che probabilmente non verrà mai rilasciata). Sui futuri modelli, tra cui la serie Mate 30, potrà essere installata solo la versione AOSP (Android Open Source Project).

Il CEO Richard Yu aveva confermato l'esistenza di un piano B, ovvero lo sviluppo di un sistema operativo alternativo ad Android. Se il ban dell'amministrazione Trump sarà definivo, questa potrebbe essere l'unica soluzione per rimanere nel mercato mobile. Rimangono però dubbi sull'eventuale supporto da parte degli sviluppatori. Anche Honor verrà sicuramente colpita dall'ordine esecutivo. Huawei ha rilasciato il seguente comunicato:

Huawei ha dato un contributo sostanziale allo sviluppo e alla crescita di Android in tutto il mondo. Come uno dei principali partner globali di Android abbiamo lavorato a stretto contatto con la loro piattaforma open source per sviluppare un ecosistema che ha avvantaggiato sia gli utenti che l’industria. Huawei continuerà a fornire aggiornamenti di sicurezza e servizi post-vendita a tutti gli smartphone e tablet Huawei e Honor esistenti che coprono quelli già venduti o ancora disponibili a livello globale. Continueremo a costruire un ecosistema software sicuro e sostenibile, al fine di fornire la migliore esperienza a tutti gli utenti a livello globale.

  • shares
  • Mail