Samsung mostra lo schermo flessibile, sarà pronto per la fine del 2012

LG ha promesso il lancio sul mercato di un display flessibile a partire da aprile, cioè fra poche settimane. Samsung non vuole essere da meno e pubblica una video dove rappresenta il proprio schermo flessibile, il cui nome in codice è Youm. Nel filmato è possibile vedere lo stato avanzato del progetto.

Il produttore coreano afferma che è quasi pronto per la commercializzazione. Nel frattempo Samsung ha anche registrato vari nomi "strani", come WAMOLED, FAMOLED, PAMOLED e TAMOLED. A quanto pare vedremo il primo terminale con questa tecnologia alla fine del 2012, al massimo all'inizio del 2013. I dispositivi che verranno sviluppati avranno il vantaggio di essere più sottili, più leggeri e quasi infrangibili rispetto ai prodotti attuali. Possiamo immaginarci orologi flessibili e smartphone pieghevoli, comodi da riporre in tasca senza il solito "effetto tavoletta".

Non ci sono però dati tecnici da poter confrontare con la tecnologia di LG, che ha la possibilità di essere piegato fino a 40 gradi senza rompersi, ma da quello che vediamo nel video il prodotto di Samsung supera di molto questa limitazione. Samsung ha rimosso dal display molti strati solidi e rigidi non meglio identificati. La struttura di Youm ha solo 4 strati: polarizzatore, incapsulamento, livello Organic e film TFT.

Non mancano le perplessità: la batteria non è flessibile, quindi non è molto chiaro come verrà utilizzata questa tecnologia. Un Samsung Galaxy S IV pieghevole sembra ancora un sogno lontano.

Via | Gsmdome.com

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: