Il futuro dei pagamenti è "via smartphone"

Monitise

Entro pochi anni i pagamenti via smartphone saranno lo standard del mercato. E' quanto afferma Monitise, azienda britannica leader nel settore dei pagamenti “mobili” che collabora già con diverse banche del Regno Unito, fornendo loro pieno supporto per l'uso della tecnologia mobile. Per capire la sempre maggiore diffusione dell'uso degli smartphone nel settore monetario e finanziario, basta dire che le prevision di crescita per Monitize sono alquanto rosee: quest'anno dovrebbe infatti fatturare oltre 60 milioni di sterline.

Secondo le parole di Alastair Lukies, che nel 2002 fondò Monitise, il futuro dei pagamenti è mobile. Si tratta infatti di una modalità che in qualche modo unisce sia il mondo off line che quello on line e che permette all'utente di fare tutto in maniera veloce. In una società sempre più frenetica, come quella in cui viviamo oggi, è la soluzione migliore per poter fare quello di cui si ha bisogno in meno tempo, dal pagare il conto al ristorante fino anche alla spesa di tutti i giorni.

Lukies afferma che i pagamenti fatti usando il proprio smartphone sono destinati ad esplodere nel corso dei prossimi 2 anni, sia grazie alla velocità e alla facilità con cui possono essere fatti che alla sicurezza dei sistemi di pagamento stessi. E' tutto a portata di dito e basta “tappare” sullo schermo, un gesto che oramai siamo abituati a fare praticamente tutti i giorni.

Guardando al mercato, effettivamente ci accorgiamo come ci sono tante aziende che oggi si stanno spostando verso il mondo dei pagamenti via smartphone. Vengono in mente sia Google, con il suo Google Wallet, che Paypal, leader nel settore degli eWallet, e la banca britannica Barclays, che ha ideato Pingit, un sistema per poter effettuare pagamenti in maniera veloce e sicura.

Via | telegraph.co.uk

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: