Le vendite di Symbian sono "estremamente basse" per l'ennesimo trimestre

Nokia

Nokia si trova ad affrontare un futuro incerto e gli analisti diffondono notizie contrastanti circa la salute dell'azienda finlandese. Da un lato Nokia conta su Windows Phone come piattaforma principale e promessa per il futuro, ma con vendite reali ancora contenute e la speranza di arrivare ad affrontare iOS e Android faccia a faccia, dall'altro la società cerca ancora di convincere gli utenti ad acquistare terminali Symbian, nonostante la piattaforma sia ad un passo dall'abbandono.

Mike Walkley, analista della Canaccord Genuity, ritiene che i dati sulle vendite dei Lumia siano ancora poco chiari (soprattutto tenendo in considerazione i ribassamenti di prezzo offerti per attrarre pubblico) e che, invece, le vendite di Symbian siano "estremamente povere": si prepara un nuovo duro trimestre per Nokia, secondo l'analista, che si vedrà abbassare le stime riguardo al valore delle proprie azioni. Mark Sue di RBC Capital dissente dal parere del collega: l'entrata della società sul mercato USA è avvenuto in grande stile con il Lumia 900 e prevede che la società ne risenta positivamente a livello azionario.

Se il Lumia 900 sembra conquistare la fiducia dei consumatori USA, la più grande incognita rimane la volontà degli operatori telefonici nell'adottare una terza piattaforma che vada a diversificare la posizione dominante di Apple e Google sul mercato mobile. Gli operatori telefonici, in particolare, cercano di contrastare l'avanzata di Google Wallet, un servizio che viene visto come minaccia ai ricavi tradizionali. Anche RBC, però, concorda sul fatto che il primo trimestre dell'anno si rivelerà pesante per Nokia, con un fatturato ancora basso. Chi avrà ragione, alla fine?

Via | BGR

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: