Entro il 2020 tutti gli acquisti verranno fatti via smartphone

NFC

Entro il 2020 si avrà un sistema di pagamenti completamente basato sugli smartphone. E' questo il risultato che emerge da un sondaggio condotto da Pew Research su un totale di 1.021 persone “esperte di internet”.

Secondo il 65% degli intervistati, infatti, entro questa data la maggior parte dei pagamenti verrà fatta usando il telefono, dal caffè al bar fino al conto del ristorante. Dato che il numero di smartphone venduti sul mercato aumenta sempre di più, viene naturale pensare che un sistema di pagamenti “mobile” sia il prossimo passo da fare.

Secondo un rapporto di comScore, negli USA lo scorso mese di settembre il 38% dei possessori di smartphone ha effettuato un acquisto usando il telefono: prodotti digitali in primo piano, seguiti da vestiti e da biglietti.

Un altro rapporto di Pew Research afferma inoltre che circa il 33% di coloro che hanno uno smartphone lo hanno usato almeno una volta per effettuare delle operazioni bancarie, come ad esempio pagare una bolletta o semplicemente controllare il saldo di conto corrente.

Sembra dunque che gli utenti inizino a prendere maggiore confidenza con le transazioni finanziarie svolte usando il telefono. Considerando che, come abbiamo detto, le previsioni sono tutte in favore dell'aumento del numero di smartphone venduti, effettivamente i sistemi di pagamento via smartphone potrebbero entrare a far parte molto presto del nostro quotidiano.

Cosa pensa invece il rimanente 35% degli utenti intervistati da Pew in merito ad una situazione di predominio dei pagamenti via smartphone? Secondo loro non si arriverà alla situazione ipotizzata, per un discorso di sicurezza delle transazioni.

Proprio la sicurezza è il punto sul quale tutti coloro che hanno, oggi, un sistema di pagamenti digitali, devono “battere”, a partire da Google Wallet, che già in passato ha mostrato qualche falla nel suo sistema, fino alle banche tradizionali.

Via | edition.cnn.com

  • shares
  • +1
  • Mail