iPhone 5, più sottile dei precedenti

iPhone 5

L'iPhone 5 sarà più sottile dei precedenti grazie all'adozione, da parte della Apple, di una nuova tecnologia per lo schermo. E' questa l'ultima notizia che riguarda il prossimo smartphone della casa di Cupertino, che dovrebbe vedere la luce in ottobre, e che si va ad aggiungere alla serie di indiscrezioni che sono state pubblicate fino ad ora.

Dopo i rumors circa un possibile iPhone Nano e circa l'uso del liquidmetal per realizzare la “scocca” del nuovo telefono, ora sembra che la Apple userà una nuova tecnologia, di origine giapponese, per lo schermo del suo iPhone 5.

Questa nuova tecnologia, nota in inglese come “in cell”, permetterà praticamente di avere i sensori del touch inseriti internamente ai filtri di colore, piuttosto che al di sopra di essi. Dunque, piuttosto che avere uno schermo formato da più livelli, ci sarà l'unione, in un solo livello, di LCD e sensori touch. Questa tecnologia, che l'azienda di Cupertino acquisterà presumibilmente da Sharp e da Toshiba, non è ancora stata adottata da alcun telefono e non deve essere confusa con la tecnologia Super AMOLED della Samsung, che è invece “on cell”.

La novità permetterà dunque di risparmiare spazio e di avere uno smartphone più sottile. Questa ipotesi si combina con quella relativamente al liquidmetal, materiale che dovrebbe fornire una protezione più resistente ad un telefono che sarà più sottile dei precedenti e che, teoricamente, dovrebbe essere più fragile.

Per saperne di più e per avere certezze, ovviamente, bisogna attendere ancora qualche mese.

Via | wired.com

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: