Android non è pronto per il processore multicore, lo dice Intel

Orange Santa Clara

Android non è pronto per il multi core. Lo dice la Intel, azienda leader nella produzione di processori. Si tratta di un'affermazione decisamente pesante quella fatta dall'azienda americana e che potrebbe gettare nuove ombre sia sul sistema operativo in sé che sulle modalità con cui i vari produttori di smartphone implementano il sistema operativo mobile di Google sui loro telefoni.

Secondo Mike Bell, GM di Intel Mobile, il problema sta sia in Android stesso, che non riesce a sfruttare in pieno le potenzialità offerte dai processori multi core, ma anche nei produttori di telefoni, che si limitano ad installare Android all'interno di telefoni che hanno processori con dual core o quad core, senza però curarsi dell'ottimizzazione del sistema operativo.

E' una situazione dalla quale Google difficilmente potrebbe uscire, considerando che Android è open source e che tutti potrebbero prenderlo, personalizzarlo e usarlo per i propri telefoni. Allo stesso modo dovrebbe essere compito della stessa azienda con sede a Mountain View curarsi del fatto che Android venga “spinto al massimo”, magari con degli accordi con le varie aziende produttrici.

Da questo punto di vista, la Intel come si pone? Fino ad ora l'azienda di Santa Clara ha lanciato sul mercato l'Orange Santa Clara, disponibile solo nel Regno Unito con l'omonimo carrier. Si tratta però di uno smartphone single core, il che effettivamente si accorda con l'affermazione di Bell. A questo punto viene da pensare: che la Intel stia pensando di lanciare sul mercato uno smartphone con multi core, con sistema operativo Android rivisto e potenziato, e nel frattempo stia “sondando il mercato”?

Via | socialbarrel.com

  • shares
  • +1
  • Mail