Asus PadFone in Italia, lo smartphone/tablet da Olimpiadi

È stato quanto di più rivoluzionario, passatemi il termine, abbia visto durante lo scorso Mobile World Congress 2012 di Barcellona. L'Asus PadFone, un super smartphone capace di trasformarsi, all'occorrenza, in tablet e notebook grazie agli accessori dedicati. Insomma, se alle prossime Olimpiadi di Londra 2012 gareggiassero anche i dispositivi tecnologici, sarebbe sicuramente tra i favoriti.

Presentato ufficialmente il primo giorno di apertura della fiera, nell'arena di fronte a Plaza Espana, Jonney Shih CEO di Asus riuscì a stupire giornalisti e blogger presenti all'evento. Le qualità del dispositivo trascendono, in realtà, dal vero e proprio concetto anche se le ripassiamo volentieri: display da 4,3 pollici Super AMOLED con risoluzione QHD, processore dual-core Qualcomm Snapdragon S4 a 1.5GHz, fotocamera principale da 8 megapixel e, naturalmente, sistema operativo Android Ice Cream Sandwich. La chicca, però, è rappresentata dai due accessori: PadFone Station e PadFone Station Dock, rispettivamente uno schermo aggiuntivo da 10,1 pollici ed una tastiera.

Da circa una settimana il device è commercializzato anche qui in Italia, e tra gli operatori per un breve periodo avrà l'esclusiva TIM che, oltre alle varie opzioni in abbonamento, propone un prezzo di listino di 749€. Asus PadFone unisce il concetto di smartphone a quello di tablet e notebook, grazie agli accessori che, assieme, forniscono carica aggiuntiva per non restare a secco di batteria. Inoltre, il concetto ribadito più e più volte è la possibilità di navigare in mobilità con un solo piano dati, ovvero quello associata alla sola SIM card del PadFone. Che sia proprio questo il suo punto debole?

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail