Sfide a duello col proprio cellulare: lo rende possibile Microsoft Research con "SwordFight"

In un mercato attivo e competitivo come quello delle app, in cui anche i videogames hanno un ruolo prominente, è necessario proporre un’idea riconoscibile, che si distingua dalle altre. È questa l’intenzione di Microsoft con il suo nuovo sistema di gestione delle distanze “FAR”.

Immaginiamo di sfidare a duello un nostro amico o un nostro collega e trasformare in colpi virtuali semplici movimenti del telefono. È questo il caso di SwordFight, il gioco disegnato appositamente per dimostrare le potenzialità della nova tecnologia sviluppata da Microsoft. Lo scopo del gioco è quello di “infilzare” la spada dell’avversario con degli affondi che risulteranno efficaci se i cellulari saranno a 15 centimetri l’uno dall’altro.

FAR è in grado di gestire la localizzazione tramite il suono; uno dei due telefoni emetterà una rapida serie di friniti che permetterà all’altro di stabilirne la distanza in base al tempo impiegato da questi a raggiungere il ricettore. Il tutto con un margine di errore di 2 centimetri e la capacità di ovviare a problemi come l’effetto doppler e le distorsioni del suono.

Insomma, un’interessante idea che punta ad ampliare le capacità di intrattenimento dei nostri dispositivi, aggiungendo dinamicità. Senza contare che sfrutta tecnologie che sono a disposizione di qualsiasi smartphone, ovvero microfono, altoparlante ed accelerometro, il che ne rende possibile l’utilizzo su più categorie e marche di telefoni.

Microsoft, purtroppo, non sembra aver intenzione di rilasciare il prodotto in tempi brevi.

Via | theverge.com | techradar.com

  • shares
  • +1
  • Mail