Google Wallet: revisionati sistemi di sicurezza ed ampliata lista di carte supportate


L'intera idea di uno smartphone si basa sulla possibilità di rendere alcune attività quotidiane il più possibile rapide ed intuitive. In questo Google Wallet è frutto di un'ottima idea, proponendo un metodo rapido per effettuare i pagamenti con carta di credito sfruttando la tecnologia NFC.

Nella sua versione primitiva, però, questa app è stata ostacolata da una grossa limitazione: fino ad ora, infatti, solamente le Citi MasterCard erano supportate mentre altre carte si appoggiavano ad altri software per i pagamenti mobile.

Google ha quindi, com'era stato annunciato, riveduto e corretto la propria app conquistandosi quindi il supporto di altre carte di credito quali Visa, American Espress, MasterCard e Discover.
Il principale motivo di questa svolta è stato il cambiamento nel sistema di sicurezza di Google Wallet, grosso punto debole dell'app. I dati delle carte salvati direttamente nella zona sicura del proprio terminale erano sensibilmente a rischio tanto che i rapporti sulle falle nella sicurezza sono stati molteplici.

Con la nuova versione, Google Wallet sposta i dati sensibili nella cloud, sui server super-sicuri di Google e fornirà dei dati virtuali della carta di credito ai commercianti con i quali viene effettuata la transazione, aggiungendo quindi uno strato tra i due livelli. Oltre a questo sarà possibile sia tenere sotto controllo quali dispositivi hanno l'autorizzazione ad effettuare transazioni sia, in caso di bisogno, bloccare tempestivamente la carta di credito.

Dopo questo rinfrescante aggiornamento resta quindi da superare un ultimo ostacolo; riguarda questa volta il numero di dispositivi compatibili con l'app ed è, per il momento, una lista piuttosto ristretta che si limita a: Galaxy Nexus, Nexus 7, Galaxy S III, HTC Evo 4G, LG Viper, and LG Optimus.

Via | phonearena.com

  • shares
  • Mail