MPEG: alta definizione a dimensioni ridotte col nuovo HVEC H.265

Scritto da: -


L’incontro tenutosi a Stoccolma tra il 16 e il 20 luglio, che ha radunato numerosi rappresentanti di aziende di telecomunicazione e informatica provenienti da 26 paesi, ha portato interessanti novità che influenzeranno anche il mondo mobile. È stata infatti presentata la bozza di un nuovo formato per l’High Efficiency Video Coding (HVEC) che dovrebbe andare a sostituire l’attuale H.264/AVC come standard.

L’H.265, questa la denominazione del nuovo standard, è stato progettato dal Moving Picture Experts Group (MPEG) ed offrirà prestazioni raddoppiate rispetto al suo discusso predecessore, a sua volta creatura di MPEG. La cosa ovviamente avvantaggerebbe in maniera notevole le trasmissioni verso i telefoni, riducendo le dimensioni dei file in HD e dando la possibilità agli operatori di fornire più servizi video riducendo il consumo di banda e, di conseguenza, anche i costi.

C’è molto interesse in questa da parte dell’industria perché vuol dire poter dimezzare il bit rate e comunque raggiungere la stessa qualità visiva, oppure raddoppiare il numero di canali televisivi con la stessa larghezza di banda, cosa che avrà un enorme impatto sull’industria.

I video rappresentano la vasta maggioranza di tutti i dati trasmessi attraverso i network e la proporzione è in aumento: si prevede che entro il 2015 rappresenteranno il 90% di tutto il traffico network.

Così commenta Per Fjörd responsabile della Visual Technology dell’Ericsson Research, Group Function Technology ed organizzatore dell’evento in qualità di presidente della delegazione svedese di MPEG.

Ci vorrà del tempo prima che sia lanciato per dei servizi TV ma l’adozione è decisamente più veloce nel settore mobile e vedremo probabilmente l’anno prossimo i primi servizi in questo campo.

Fjörd si aspetta che l’erede dell’H.264 possa essere già diffuso nei prodotti in uscita nel 2013 e sarà seguito nel 2014 da un altro progetto di MPEG, un nuovo formato di compressione dei video 3D che eliminerà la necessità di utilizzare occhialini.

La tecnologia 3D futura disporrà di display più avanzati che permetteranno l’uso di diversi campi visivi. La versione più semplice di questa tecnologia continuerà ad offrire solo le due visuali di oggi – sinistra e destra – senza il bisogno di occhiali. Ma nel futuro ci saranno diverse prospettive una vicina all’altra quindi basterà girare il capo dall’una o dall’altra parte per avere una visone stereo di un oggetto.

Via | phonearena.com

Vota l'articolo:
3.25 su 5.00 basato su 4 voti.