Sky, Rai e Mediaset su Android: per Adiconsum è pubblicità ingannevole

Adiconsum, l’Associazione per la Difesa dei Consumatori che fa riferimento alla CISL, ha da poco inviato alle autorità cui compete la tutela dei consumatori e delle concorrenze di mercato una segnalazione che denuncia una gestione scorretta da parte di Sky dei propri servizi multimediali.

Secondo quanto riportato in questa nota, infatti, il servizio di trasmissione prima degli Europei di calcio e poi delle Olimpiadi offerto da Sky, che secondo le pubblicità sarebbe dovuto essere disponibile su tutti i tablet, non è stato in effetti reso disponibile per tutti i suddetti dispositivi, ma solo per alcuni.

Nella realtà la visione di tali contenuti non è stata possibile su tutti i “tablet”, come dichiarato nella pubblicità, ma solo su quelli prodotti dalla APPLE e dalla SAMSUNG con il sistema operativo Android. Una vera e propria pubblicità ingannevole e relativa vendita scorretta, per la quale Adiconsum chiede la condanna da parte dell’Antitrust.

Il messaggio del Segretario Generale di Adiconsum, Pietro Giordano, è piuttosto chiaro e sottolinea la mancanza di Sky nell’estendere le trasmissioni dei propri programmi SkyGo a tutti i sistemi operativi, penalizzando addirittura quegli utenti che hanno pagato l’abbonamento ma che non dispongono di un tablet adatto a riceverne i contenuti.

Ma l’Adiconsum non si ferma solo a Sky nelle proprie segnalazioni all’Antitrust. A quanto pare sono colpevoli della stessa scorrettezza gestionale anche RAI e Mediaset Premium che erogano un servizio basato su Microsoft Silverlight, tecnologia non compatibile con la piattaforma Android con cui è quindi impossibile la ricezione di un servizio che nel primo caso dovrebbe essere pubblico.

Secondo Giordano è quindi necessaria una condanna da parte dell’Antitrust, che aiuti a riportare il commercio dei servizi multimediali ad una trasparenza che agevoli i consumatori nei loro acquisti. La segnalazione però manca nel riportare, bisogna riconoscerlo, l'esistenza di una lista di dispositivi abilitati alla ricezione del servizio SkyGo, disponibile alla lettura sul sito di Sky, tra le FAQ.

Adiconsum ritiene che tale materia necessiti di uno specifico intervento dell’Antitrust sia a tutela dei diritti del consumatore per garantire la vendita corretta degli apparati e dei contenuti multimediali sia per garantire una concorrenza trasparente fra i produttori di “device” valutando se gli accordi con i produttori di contenuto distorcono o meno il mercato. Nello specifico, Adiconsum chiede la pubblicità di SKY GO dichiari con chiarezza, quali sono i “tablet” compatibili.

Via |tvblog.it | adiconsum.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: