BlackBerry 10, il terminale full screen e l'accordo con Microsoft

BlackBerry L-Series London

Già in passato abbiamo visto immagini e letto i primi rumor sugli smartphone BlackBerry L-Series, ma una nuova serie di immagini sta facendo il giro del web proprio in questi giorni.

Come le altre precedenti fughe di immagini, anche in questo caso non abbiamo molti elementi su cui ragionare: molto probabilmente quella ritratta è solo un'unità di prova, come giustificherebbe il numero di serie riportato sul terminale.

Proprio come l'immagine diffusa all'inizio di questo mese, anche le immagini di cui parliamo oggi vantano scarsa qualità, una delle quali ci mostra lo sportello della batteria con quelli che sembrano essere due contatti NFC, risultando molto simile ai set-up NFC montati su altri smartphone.

Inoltre, possiamo notare che la fotocamera dei telefoni si trova in alto sulla parte posteriore del dispositivo.

Il fatto che i numeri di serie identifichino il dispositivo come unità di prova non ci permette di capire se il design dell'hardware è quello definitivo o subirà ulteriori cambiamenti. Qualche piccolo dettaglio in più - ad avere fortuna - potrebbe essere rivelato la prossima settimana all'evento per sviluppatori BlackBerry Jam Americas, che si terrà a San Jose, in California.

A parte le immagini, le specifiche e l'hardware all'interno dello smartphone, probabilmente chiamato BlackBerry London, sono ancora del tutto incerte: ci si aspetta che tutti i nuovi dispositivi BlackBerry abbiano ormai OS 10 e, visto il lungo ritardo nel lancio degli stessi, abbiano caratteristiche al pari dei più grandi concorrenti sul mercato.

Intanto RIM perde share dopo la notizia di un accordo con Microsoft: sembra che il mercato non veda di buon occhio la possibilità che il colosso di Redmond combini la tecnologia BlackBerry con i propri dispositivi.

Al contrario, RIM ha acquistato le licenze per un gruppo di brevetti Microsoft relativi al file system exFAT, un metodo per formattare le SSD adatto all'uso su apparecchi mobile. Un rappresentante Microsoft ha spiegato:

Smartphone e tablet di oggi richiedono la capacità di visualizzare immagini e dati più ricchi rispetto a quanto avveniva con i tradizionali telefoni cellulari. Questo accordo con RIM dimostra come un file system moderno, come exFAT, può contribuire direttamente a soddisfare le esigenze specifiche dei clienti nel settore della telefonia mobile.

Ottenendo la licenza per usufruire dei brevetti exFAT, RIM si unisce al crescente numero di produttori di dispositivi, fornitori di archiviazione sotto forma di memoria flash e società di software che hanno scelto di sborsare una tassa a Redmond piuttosto che affrontare possibili futuri problemi legali.

Via | CrackBerry

BlackBerry L-Series London
BlackBerry L-Series London

  • shares
  • Mail