Apple Maps: in assunzione ex dipendenti di Google Maps?

Scritto da: -

Una delle novità che Apple ha introdotto con grande enfasi in iOS 6 è proprio Apple Maps, il nuovo sistema di mappatura per la navigazione che va a sostituire le mappe di Google, precedentemente incluse nel sistema operativo di Cupertino.

La scarsa qualità di molte delle mappe incluse in Maps, però, ha scatenato un putiferio tra lamentele, meme e prese in giro, tanto da costringere Apple a ripensare la propria strategia: sembra che la società sia ora a caccia di impiegati ed ex-impiegati Google Maps.

Secondo quanto rivelato da TechCrunch, Apple starebbe utilizzando dei reclutatori per attirare a sé i dipendenti che hanno lavorato o stanno lavorando a Google Maps e molti di questi individui sembrano desiderosi di accettare, in parte per la possibilità offerta da Apple di lavorare a nuovi prodotti, abbandonando quindi i “noiosi aggiornamenti” da fare su una piattaforma già completa.

La fonte citata da TechCrunch - ovvero un non meglio identificato contractor che ha lavorato a Google Maps in risposta ad un gigantesco investimento per integrare Street View e i nuovi dati forniti in licenza da società terze al fine di migliorare la copertura europea, oltre che costruire la piattaforma di navigazione turn by turn - sostiene che quando l’attenzione è stata rivolta al mapping indoor l’interesse è scemato: molti degli sviluppatori nello staff hanno iniziato a cercare altre opportunità lavorative.

Alcuni colleghi hanno lasciato allo scadere del contratto lavorativo, altri si sono licenziati di propria iniziativa e numerosi tra questi sono stati contattati proprio da Apple, per poi essere assunti.

Nonostante il lavoro da fare sia ancora molto, la fonte sostiene che Apple potrebbe avere tutte le risorse per ricreare Maps in modo assolutamente competitivo:

Apple dovrà darsi da fare se vuole costruire una piattaforma robusta di mappe per fronteggiare Google Maps, per cui non sorprende di certo sapere che stia tentando di irretire vecchi e attuali dipendenti di Google Maps.

Per riuscire a competere con Google, Apple dovrà quindi

trovare il modo di ottenere 5 milioni di miglia di dati stradali, cercare i partner migliori e spendere una fortuna in licenze.

Via | TechCrunch

Vota l'articolo:
3.75 su 5.00 basato su 16 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Mobileblog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.