iPhone 5: 5 milioni di dispositivi venduti, gli spot e i problemi

A tre giorni dal lancio di iPhone 5, Apple diffonde un comunicato per rendere noti i numeri legati alle vendite del nuovo smartphone: nel solo primo week end di lancio, sono stati venduti cinque milioni di dispositivi.

Il lancio è avvenuto infatti lo scorso 21 settembre negli Stati Uniti, in Australia, Canada, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Singapore e nel Regno Unito, con le classiche code di fan appollaiati davanti a tutti i principali Apple Store.

I numeri comunicati da Apple non si esauriscono con i cinque milioni di iPhone 5 venduti, ma contano oltre 100 milioni di dispositivi iOS che sono stati aggiornati ad iOS 6, il nuovo sistema operativo rilasciato da Cupertino solo settimana scorsa.

iPhone 5 arriverà in altri 22 paesi, tra i quali l'Italia, a partire dal 28 Settembre e in oltre 100 nazioni entro la fine dell’anno. Come Apple ama sottolineare, la richiesta per iPhone 5 ha superato la fornitura iniziale e, sebbene la maggior parte dei pre-ordini siano stati consegnati ai clienti più velocemente di quanto previsto sino ad ora, molti verranno consegnati in Ottobre.

Tim Cook, CEO di Apple, ha commentato:

La richiesta di iPhone 5 è stata incredibile e stiamo lavorando sodo per dare il prima possibile iPhone 5 a tutti i clienti che ne vogliono uno. Sebbene la fornitura iniziale sia andata in ‘sold out’, i negozi continuano a ricevere regolarmente consegne di iPhone 5 e i clienti possono continuare ad ordinare online e ricevere una stima sulla data di consegna. Apprezziamo la pazienza di tutti e stiamo lavorando duramente per costruire abbastanza iPhone 5 per tutti.

È intanto partita a pieno regime la campagna pubblicitaria televisiva focalizzata sulle nuove caratteristiche dello smartphone, con un occhio anche alle funzionalità introdotte con iOS 6. Nel primo spot, che trovate in apertura, la voce narrante è quella dell’attore statunitense Will McAvoy, che spiega sper quale ragione l’iPhone 5 è più lungo, ma non più largo, dei modelli precedenti e della concorrenza, al fine di essere a misura di pollice.

Gli altri spot, invece, si focalizzano sulla qualità delle nuove cuffie auricolari EarPods, sulla modalità Panorama di iOS 6 e sull’ampiezza del display del nuovo iPhone 5.

Spot televisivi e vendite record a parte, sorgono i primi problemi di navigazione lenta o discontinua, come accadde con iPhone 4. I forum di MacRumors sono i primi ricettacoli di lamentele, secondo le quali il WiFi su alcuni terminali sarebbe incredibilmente lento.

Tra le testimonianze, colpisce una in particolare:

Ho appena finito di impostare il mio iPhone 5 (come nuovo, senza ripristino). Stavo provando a scaricare la mia musica da iTunes quando mi sono accorto che ci metteva troppo tempo. Ho quindi annullato il download e ho continuato a effettuare qualche test sulla connettività WiFi. Solo col caricamento dell’App Store, il mio iPhone 4 era più veloce dell’iPhone 5. Ho riavviato il router, e ho provato dispositivi multipli; sono giunto alla conclusione che è colpa del WiFi sull’iPhone 5. Ho anche provato a usare diverse bande: la 2,4 e la 5 producono lo stesso risultato. Ho caricato l’app di speedtest.net circa due minuti fa e avviato il test. Sta ancora “cercando il server più vicino.” Ho anche tentato il reset delle impostazioni del network. Ancora problemi.

Intanto è stata trovata una soluzione tampone: disabilitare WPA2 e affidarsi momentaneamente alla crittografia WEP. In Apple sono a conoscenza del problema e stanno lavorando il più velocemente possibile per risolverlo.

  • shares
  • Mail