Firefox OS, nel 2013 avrà l'1% di market share

A dominare il mercato dei sistemi operativi mobile ci pensano Google con Android e Apple con iOS, spadroneggiandone un'importante fetta, ma non dimentichiamo che esistono protagonisti più piccoli, forse con meno potenziale, ma che comunque detengono una piccola fetta della torta.

Tra i sistemi operativi mobile definiti "minori" troviamo anche Firefox OS di Mozilla, una piattaforma Open Source costruita e interamente focalizzata su HTML5. Avrà davvero una possibilità di spiccare tra i giganti del settore mobile? Una domanda che potremmo rivolgere alla maggior parte di questi OS non "protagonisti".

Le ultime ricerche condotte da Strategy Analytics sostengono che l'OS Firefox non ha possibilità di farsi strada. Almeno non inizialmente. I ricercatori vedono per Mozilla la grande opportunità di conquistare solo l'1% del mercato nel 2013, contro un atteso 67% per Android.

Una percentuale che risulta deludente se teniamo in considerazione gli sforzi condotti da Mozilla di stringere accordi con grandi nomi nel settore tra i quali Telefonica, Sprint, Deutsche Telekom e ZTE. È interessante notare che Mozilla Firefox punta ad un segmento del settore smartphone attualmente in forte crescita: quello dei dispositivi a prezzi accessibili, settore in cui già Android ha la meglio. Secondo le analisi recenti, ci si aspetta che solo quest'anno vengano venduti quasi 300 milioni di smartphone che costano sotto i 100 dollari.

Se superare Android non è certo facile, non è detto che le altre piattaforme meno forti - come anche Tizen, ad esempio - non abbiano possibilità: c'è sempre una fetta di mercato interessata alle innovazioni. I nuovi arrivati, però, avranno bisogno di molto più tempo per affermarsi rispetto a quanto accaduto agli attuali "giganti". In questa fase di mercato, Firefox OS e Tizen rappresentano più delle sfide che un reale pericolo per iOS e Android.

Android ci ha messo solo due anni dal lancio a superare Symbian e diventare leader globale: le cose nel settore smartphone cambiano velocemente, ma i grandi protagonisti hanno afferrato quanta più utenza possibile. La vera sfida sarà convincere il mercato a lasciare un porto sicuro per provare la novità.

Via TechCrunch

  • shares
  • Mail