"Il numero chiamato è inesistente": migliaia di SIM 3 Italia disattivate

Tre Italia - H3GUn utente, che si firma Lord Zorro, in una lunga mail che mi invia, tra le tante cose segnala un fatto del tutto inaudito. Ve ne cito un estratto.

Il 20 luglio, un venerdì, (3 Italia, nda) ha disattivato circa 5000 utenze, per mancata ricarica entro i termini previsti.
Ora nessuno si lamenterebbe se non per il fatto che è stato "omesso" il famoso 13° mese per cui è possibile solo ricevere e non effettuare comunicazioni in uscita, mese importantissimo per rendersi conto della scadenza della sim.
Ora ci sono moltissimi utenti che si sono trovati senza telefonino, con problemi di reperibilità lavorativa (medici, infermieri, avvocati, ecc ecc).
Le motivazioni sono forti da parte di H3G, "NON HANNO RICARICATO!", ma gli utenti chiedono perche non abbiano seguito il contratto, articolo 5 comma 4
(dove viene spiegato che si hanno appunto 13 mesi di vita della SIM, nda).
Risultato che 5000 utenze non hanno più il problema della rimodulazione... ma quello di recuperare il numero di telefono.



[...]
Perché H3G è l'UNICA compagnia telefonica che NON rende visibile in alcuna sezione la data di scadenza delle usim? Perche lo storico delle ricariche è limitato a 6 mesi?

Questo è l'estratto dell'email. La cosa però sembra davvero essersi espansa a macchia d'olio, anche a persone che avevano ricaricato il giorno prima, tanto da scaturire in migliaia di reply in pochissime ore in diversi forum. Visto che al momento il 133 risponde a tutti che dal sistema non risultano ricariche nel corso dell'ultimo anno, se vi trovate in questa situazione e riuscite a dimostrarne almeno una (con estratti conti bancari, ad esempio) potreste arrivare ad applicare ciò che il Codacons ha richiesto per il caso Elitel: risarcimento del danno per interruzione di pubblico servizio.
Per quanto questo possa sembrare un estremismo, non è così impossibile trovare persone che con il telefono lavorano (come il caso di medici anche citati nel commento di Lord Zorro che potevano avere tutto l'interesse a sfruttare SuperTua+, vista la gran mole di telefonate che mediamente ricevono da pazienti) e che hanno la necessità di essere reperibili.

È da notare che alcuni messaggi parlano di ripristino dell'utenza su altra SIM acquistata. Vedremo se ci saranno comunicati ufficiali o sviluppi.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: