Google Play Store, aprono i battenti le "whislist"

Pochi giorni fa il Play Store di Google ha ricevuto un aggiornamento passando alla versione 3.9.16 con la quale sono state apportate alcune interessanti, nonché richieste, modifiche.

Alle notifiche, ad esempio, è stata data una maggiore visibilità essendo ora possibile espanderle ed avendo queste delle icone che segnalano in modo molto più chiaro a quale delle tante app sono attribuite.
Sarà inoltre ora possibile gestire molto più facilmente le liste di app scaricate ed in uso dal momento che tali liste potranno essere sfoltite di tutte le app non utilizzate e, una volta maneggiate, il sistema avrà memoria del punto a cui era giunta la lettura della suddetta lista, riportandoci esattamente lì.

Lo store subirà migliorie anche dal punto di vista della sicurezza e, nel prossimo futuro, è prevista l’aggiunta di uno scanner per malware che permetterà sia di controllare le app già installate sul dispositivo che di bloccare quelle potenzialmente dannose per il sistema.

L’aggiunta più visibile ed interessante di tutte è, però, la wishlist di cui si vocifera da tempo. Questa “tweak” non comporterà il bisogno di scaricare nessuna parte aggiuntiva per l’app dello store ma sarà inclusa nell’aggiornamento auto-installante alla versione 3.9.16.

Il funzionamento della whislist è basato semplicemente su un sistema di segnalibri. Sarà possibile quindi costituire delle liste applicando i bookmarks sugli oggetti desiderati che verranno poi raccolti ed elencati nel proprio account in un menu a parte.

Questo vale tanto per singoli oggetti quanto per intere categorie; in tutti i casi sarà facile distinguere tra gli elementi il cui prezzo verrà segnalato con colori differenti a seconda del tipo. Infine sarà possibile modificare e manipolare le wishlist con la stessa semplicità con cui sono modificabili tutte le altre, aggiungendo ed eliminando elementi con un solo tocco.

Per ora la feature si limita a dare la possibilità di segnalare gli oggetti ma è al di fuori di ogni dubbio che Google abbia in serbo opzioni aggiuntive da rendere disponibili al più presto.

Via | androidpolice.com

  • shares
  • Mail