Due delle startup orientate al mobile di SMAU 2012: 18Tickets e Beenz

Logo di SMAU 2012SMAU 2012 s’è quasi concluso e una delle parole-chiave di quest’edizione è startup: mercoledì ho parlato dei tablet, tra i protagonisti della fiera milanese, e ieri ho cercato di spiegare cosa siano o cosa dovrebbero essere le “famigerate” Smart City. Affiancate alle pubbliche amministrazioni regionali di competenza, le startup presenti erano quasi tutte orientate al mobile — a compensazione della relativa mancanza di smartphone agli stand. In realtà dei device erano in mostra, ma dedicati al business che è il settore dominante.

Lo spazio a disposizione per parlare delle startup è piuttosto limitato, rispetto al numero degli espositori, perciò ho scelto due tra i progetti più interessanti — che riguardano tanto gli esercenti, quanto i consumatori. È un elenco decisamente ridotto, però potrei avere la possibilità di tornare sull’argomento in un prossimo futuro: 18Tickets e Beenz sono due startup che propongono servizi differenti, entrambi votati alla customer satisfaction. In sostanza, offrono due prodotti diversi per l’interazione fra imprese e clienti.

18Tickets è il prodotto di 18Months, una startup milanese che ispira il proprio nome alle leggi di Gordon Moore sulla velocità dei processori: la presentazione ufficiale a SMAU 2012 è avvenuta nel primo pomeriggio di ieri ed è disponibile la demo del servizio che non è ancora attivo. 18Tickets – com’è intuibile – propone la gestione elettronica della vendita dei biglietti per cinema, teatri o altri eventi. In sé potrebbe sembrare un’offerta poco originale, ma la forma e il modello di business previsti da 18Tickets sono inediti.

SMAU 2012
SMAU 2012
SMAU 2012

Una caratteristica interessante di 18Tickets è la fidelizzazione del cliente: profilando chi acquista i biglietti dalle applicazioni per smartphone, tablet ecc. il sistema riconosce il singolo acquirente e applica delle offerte individuali sulla base dei criteri impostati dall’organizzazione dell’evento. Ad esempio, al cinema 18Tickets è in grado d’applicare automaticamente gli sconti per studenti, militari e anziani. Col biglietto si possono acquistare cibo o bevande e il costo del servizio è una percentuale sulla transazione.

Beenz prevede sempre un’intermediazione fra società e individui, ma con delle finalità e un meccanismo totalmente diversi. La startup ha dimensioni e target differenti: fondata in Olanda, è in procinto d’offrire lo stesso servizio in Italia. L’economia della ricompensa è alla base del prodotto, che premia chi acquista da un sito di e-Commerce con dei fagioli virtuali convertibili in coupon da spendere su Beenz. Il sistema è semplice e cerca di monetizzare le attività dei clienti soddisfatti d'un dato prodotto sui social network.

Supponiamo, ad esempio, che il cliente affezionato a un marchio voglia condividere un’esperienza positiva col prodotto su Facebook, Twitter o sul proprio blog. La partnership con Beenz permette al produttore d’assegnare dei punti all’utente — che potrà convertirli per acquistare dell’altro a un prezzo scontato. È una forma di gamification che si traduce in offerte concrete, anziché in badge o simili appagamenti virtuali. La condivisione d’immagini, aggiornamenti di stato, ecc. premia i clienti e diventa una pubblicità gratuita.

SMAU 2012 / 2

SMAU 2012
SMAU 2012
SMAU 2012

  • shares
  • Mail