Sicurezza dei browser mobili, c'è ancora molto da fare

I browser mobili non sono sicuri come i loro "fratelli maggiori" per PC e Mac. A dirlo è uno studio del Georgia Tech, secondo il quale il grado di sicurezza che i browser per smartphone hanno è così basso che neanche gli esperti di sicurezza potrebbero dire, con certezza, se stanno visitando un sito potenzialmente pericoloso o meno.

Secondo lo studio, che ha coinvolto i primi 10 browser mobili usati negli Stati Uniti (che tutti insieme generano il 90% del traffico web da mobile), nessuno di essi rispetta le indicazioni del World Wide Web Consortium (W3C) in termini di sicurezza browser e soprattutto nessuno è in grado di dare all'utente la certezza di stare navigando in un sito sicuro. Questo l'elenco dei browser oggetto dello studio del Georgia Tech: Android, BlackBerry Mango, BlackBerry Webkit, Chrome Beta, Firefox Mobile, Safari su iPhone, Opera Mini, Opera Mobile, Windows IE Mobile e Safari su iPad 2.

Nonostante il fatto che si parli costantemente di malware per Android, in realtà tutti i telefoni sono a rischio e la "porta di accesso" è proprio quella principale: il browser. Tra le altre cose, il piccolo schermo di uno smartphone, rende difficile poter vedere i classici indicatori di un sito sicuro, ovvero il lucchettino di fianco all'URL e l'https all'inizio dello stesso, che indica una connessione sicura.

Per questo motivo, il consiglio che arriva dal Georgia Tech è quello di prestare attenzione e di non fidarsi mai troppo quando si naviga in rete con il proprio smartphone, stando soprattutto attenti a non cliccare mai sui link che arrivano in email e non "bypassare" mai eventuali avvisi di sicurezza che potrebbero in ogni caso arrivare dal proprio web browser su eventuali problemi di sicurezza di un sito web.

Via | www.nbcnews.com

  • shares
  • Mail