Navigare su Internet con l'iPad, il test della connessione di H3G

In questi ultimi anni dello sviluppo tecnologico, la connessione ad Internet è il vero leit motiv che accomuna smartphone, tablet e tutti quei dispositivi portatili in grado di slegare la concezione di navigazione web al di fuori della propria casa o ufficio.

Abbiamo quindi deciso di mettere mano a un Apple iPad 2 e sfruttare un abbonamento dati proposto dall'operatore mobile Tre e testare la velocità di risposta in upload e download in diverse location, sia rimanendo fissi in un particolare ambiente che in movimento.

Siamo classicamente partiti dal più mero test di connessione appoggiandoci all’applicazione ufficiale di Speed del portale Speedtest.net, il quale dopo pochi secondi ha mostrato il verdetto, riportando un accettabilissimo ping pari a 79 millisecondi, toccando un picco in download di 4,46 Mbps e in upload 3.05 Mbps.

La prova iniziale ha senza dubbio cominciato a dipanare alcuni dubbi riguardanti la bontà della connessione 3G offerta da Tre e tendenzialmente i dati potrebbero essere già sufficienti per un giudizio positivo ma per essere soddisfatti abbiamo voluto provare con cronometro alla mano la velocità di download di alcune applicazioni, ovviamente di varia dimensione.

Partiamo dalla più usata delle applicazioni dedicata alla riproduzione in streaming di video, YouTube, dalla pesantezza di 11.6 MB. Sono bastati poco meno di 30 secondi per poter vedere scaricata e installata l’applicazione sul nostro iPad 2.

Con Youtube abbiamo verificato anche la buffering di alcuni video della durata circa di cinque minuti senza mai riscontrare pause fastidiose a causa del classico collegamento lento. Siamo passati da riprodurre i tormentoni come il Pulcino Pio e la Gangnam Style di Psy a spezzoni presi dal film Batman – The Dark Knight Rises in Full HD a 1080p senza alcun genere di intoppo o rallentamento di sorta.

Avari dalla sete di testing ci siamo buttati su file effettivamente più impegnativi, ricordandoci però che il limite massimo di MB scaricabili tramite connessione 3G è fissato a 50 MB. Scorrendo velocemente l’AppStore balza all’occhio Babel Rising 3D, dalla pesantezza virtuale di 48,5MB. Dimensione importante che viene assimilata in poco più di due minuti, tempistica di installazione compresa.

Decidiamo quindi di uscire dall’ufficio e cambiare provincia, passando da Varese in zone leggermente più vicine a Milano. Ripetiamo quindi il test di velocità grazie all’applicazione dedicata, la quale mostra nuovamente dati più che rassicuranti. Ping 78ms, download con picchi a 4,53Mbps e upload 3,41, risultati che confermano la stabilità quasi lineare, della connessione di casa Tre.

Decidiamo ancora una volta di sforzare il nostro dispositivo e la scheda sim per verificare il collegamento tramite l’acquisizione di un software relativamente pesante. Ripieghiamo sul gioco Candy Crush con i suoi 32,6MB. Comprensivo di installazione, l’applicazione viene scaricata in un minuto e dieci secondi circa.

Scegliamo quindi di fermarci e sfruttare la videocamera di iPad 2 ed effettuare una videochiamata. La connessione anche in questo caso risulta granitica sia in trasmissione dell’immagine che per quanto riguarda la ricezione sia della voce che del viso dei colleghi in ufficio.

In definitiva possiamo ritenerci davvero soddisfatti dalle caratteristiche di connettività della scheda di Tre e non abbiamo riscontrato alcun problema di rallentamento o perdita pacchetti in grado di fermare lo scambio dati da noi attivato.

Consigliamo comunque agli utenti interessati di vagliare l’ipotesi di un piano tariffario flat, in modo da sfruttare a pieno regime le peculiarità di connessione degli smartphone di ultima generazione.

Iniziativa realizzata in collaborazione con H3G.

  • shares
  • Mail