HTC abbassa la mira rivedendo il proprio target di vendita

Sappiamo che per HTC, l’azienda produttrice di smartphones con base in Taiwan, non è tutto rose e fiori. È difficile competere in un settore di mercato dove due giganti come Apple e Samsung si battono duramente e, nonostante l’alta qualità dei suoi prodotti, la casa Taiwanese ha visto declinare lentamente i propri livelli di vendite.

Di recente abbiamo avuto una serie di brutte notizie riguardo ad alcuni prodotti HTC che non vedremo mai arrivare sui nostri scaffali. Nello specifico sappiamo che HTC ha rinunciato alla produzione di un phablet – un misto tra uno smartphone ed un tablet – con sistema operativo Windows Phone 8, inoltre non giungerà mai fino al nostro mercato l’atteso HTC Butterfly, dispositivo Android che, nonostante i preordini in Italia fossero già partiti, non uscirà mai dal contesto asiatico.
Il problema per HTC sembra però andare oltre alla “semplice” rinuncia di costruire due dispositivi. Pare infatti che la casa di produzione di Taiwan stia abbassando di molto le proprie aspettative commerciali per il 2013, rinunciando alla creazione di ulteriori modelli già in fase di sviluppo.

La notizia è stata data da Digitimes e la testata riporta alcune non meglio identificate “fonti industriali”. Secondo queste fonti l’idea che HTC ha ridotto le sue previsioni nella produzione di smartphones nel 2013 deriva da una netta diminuzione delle ordinazioni di componenti. Per questo, secondo l’analisi, la crescita delle vendite di questa casa sarà attorno al 10-15% anziché del 20-30% come da aspettative.

Inoltre, sempre secondo queste fonti, HTC ha dovuto spostare la mira su una fascia di prezzo più bassa per i propri prodotti, non avendo mordente sufficiente a competere nella fascia alta e dovendo quindi riadattare la propria lineup a quella medio-bassa.

Naturalmente queste sono e restano voci non confermate e HTC si rifiuta di commentare a proposito.

Via | Digitimes.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: