La (quasi) certezza per l'iPhone italiano

iphone


Del telefonino di casa Apple, il tanto controverso iPhone (perché c'è chi l'adora e chi sostanzialmente l'odia per come sia "svuotato" di alcune funzioni tanto in voga in Europa), ne abbiamo parlato diverse volte. In ogni caso, mai è stato da noi anticipato il lancio viste le insistenti voci di rottura (che si sono poi verificate) tra il nostro operatore e l'azienda americana.

Molti articoli, anche in testate di primo piano, hanno parlato nei giorni scorsi di "evidenze" dell'arrivo dell'iPhone nel nostro paese per due sostanziali eventi:
- il sito TIM ha iniziato a riconoscere gli IMEI assegnati a quei telefoni, dando nel profilo personale la stringa "APPLE IPHONE"
- nella versione 1.1.3 c'è un Tim_italy.bundle con tutto il necessario per funzionare qui da noi

In realtà queste due cose, anche insieme, non hanno mai dato reali prove di un arrivo: il piano di lanciare l'iPhone in Italia era noto, quindi ovviamente il bundle è stato preparato e il fatto che TIM riconosca l'IMEI non è detto che significhi legare a se il telefono (nessuno ha pensato che anche i NOBRAND o quelli brandizzati da altri gestori sono comunque riconoscibili?). Ieri, finalmente, qualcosa è cambiato.

Un giornale spagnolo spiega che Telefonica, azienda locale, ha annunciato di aver stretto un accordo d'esclusiva con Apple per il proprio territorio. Per quanto se ne sia già parlato, fino a ieri c'erano solo illazioni (come del resto era accaduto per noi): arriva invece ora una conferma ufficiale.

I più attenti sanno cosa voglia dire questo: Telefonica ha comprato a fine dell'anno scorso circa il 10% di Telecom Italia, percentuale sufficiente però per detenerne il controllo. L'articolo continua affermando "La operadora anunciará también la disposición del teléfono para Italia, donde posee el 10% de Telecom Italia" (in sostanza spiega che lo distribuirà anche nel nostro paese).
Questa sembra essere quindi l'evidenza tanto attesa che dovrebbe assicurare l'arrivo di un iPhone in esclusiva con TIM.

Chiaramente, fino a quando non ci sarà una trasposizione del comunicato stampa che lo confermi, sarà giusto continuare ad usare il condizionale e riportare nel titolo il "quasi".

La cosa interessante e inaspettata è che questo giornale continua a spiegare che il telefono sarà in versione UMTS, ma continuerà a mantenere la compatibilità con l'EDGE, verrà lanciato durante il Mobile World Congress (ex 3GSM) che partirà l'11 febbraio e vedrà la presenza del presidente di Telefonica, César Alierta, e del CEO di Apple, Steve Jobs, in loco per l'occasione.

Preme comunque sottolineare che sul sito ufficiale di Telefonica non è ancora riportato il comunicato (ma la cosa non dovrebbe preoccupare, visto che anche in Italia i vari uffici stampa ci mettono qualcosa come 20/30 giorni prima di aggiornare il proprio sito).
Iniziando poi ad ipotizzare, se l'esclusiva sarà anche per l'iPhone 3G, pare scontato che Vodafone non sia più in corsa (almeno in Italia). Mancano un paio di settimane, poi sapremo tutto.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO