Ecco l'app di utilità che aiuta a risparmiare sulla spesa per il notaio

Come scegliere un notaio? Adesso ci pensa un'app. Ecco la prova di Mobileblog.

Lo schema per seguire la pratica

C'è un'applicazione per ogni cosa: dando una occhiata agli app store di ogni sistema operativo, risulta palese quanto lo slogan di Apple sia diventato realtà. Ma soprattutto le app hanno modificato molto la vita di ogni singolo possessore di smartphone, rendendola più sociale (Instagram su tutte) o meglio ancora semplificandola negli impegni di tutti i giorni (chi di voi non ha un'app dedicata al meteo, alla perdita di peso o la lista della spesa?). Tra le app di utilità troviamo quella che oggi vogliamo consigliarvi, soprattutto se dovete cimentarvi nell'acquisto di una casa o in altre pratiche che prevedono il contatto con un notaio.

NotaioDIY è una applicazione ideata dallo Studio Notarile Genghini e Guadagno, del distretto notarile di Milano, disponibile al momento per sistema operativo iOS su iPad. Secondo quanto ci è stato raccontato dal suo ideatore, il notaio e professore Riccardo Genghini, presto potrebbe arrivare anche per Android. Cos'ha di particolare? Fa capire e risparmiare. L'applicazione permette infatti di seguire passo dopo passo tutto lo svolgimento del proprio atto notarile, consentendo anche di capire quali sono le pratiche che possiamo svolgere da soli, andando così a ridurre la spesa. Vediamo nel dettaglio.

Come si usa l'applicazione

L'applicazione è dedicata a tutti coloro che si apprestano a comprare una casa, a chi deve fare un mutuo, ma anche a chi ha bisogno di altri atti notarili, come la costituzione di società a responsabilità limitata (ordinarie, semplificate e a capitale ridotto), ovvero gli atti notarili di gran lunga più frequenti fra gli utenti non professionali dei notai. Dopo aver scaricato l'app dall'App Store, ecco come procedere.

Prima di iniziare l'iter di scelta del notaio e del preventivo, è consigliato leggere le 5 regole d'oro per la scelta del servizio notarile: si tratta di consigli utili per capire come scegliere un preventivo e a cosa stare attenti: si va dalla richiesta di preventivo scritto, alla tempestività, validità e alla necessità di avere una struttura trasparente e che dia tutte le informazioni possibili.

Le 5 regole d'oro
Le 5 regole d'oro, parte seconda

Successivamente è opportuno scegliere il notaio: il secondo pulsante nella colonna di sinistra è dedicato alla funzione "Trova il Notaio più vicino", che consente di geolocalizzarsi e trovare su una mappa di Google la posizione dei notai nelle vicinanze, insieme ai loro contatti telefonici, email e sito internet.

Trova il notaio
Geolocalizzazione del notaio
Geolocalizzazione del notaio
Geolocalizzazione del notaio

Una volta fatte le proprie scelte, è possibile inviare le richieste di preventivo e compararle, cliccando sul terzo pulsante della colonna di sinistra. Qui si accede alla sezione "Comparazione preventivi": si inseriscono i dati della compravendita, si inviano le richieste di preventivo via email compilando un form che fornisce al notaio tutte le informazioni utili per una risposta esauriente e trasparente, come richiesto dalla legge (niente preventivi su carta non intestata, niente preventivi che non distinguono fra onorari, IVA, imposte e tasse, ecc.). Una volta raccolte tutte le risposte, si potrà comparare i preventivi e scegliere quello adatto alle proprie esigenze, confrontando il calcolo delle tasse e delle imposte effettuato da ciascun notaio, oltre alle diverse richieste di onorario professionale.

Comparazione dei preventivi
Comparazione dei preventivi
Comparazione dei preventivi

Nel caso in cui si scelga di effettuare il preventivo presso lo studio che ha realizzato l'applicazione, ovvero lo Studio Notarile Genghini e Guadagno, del distretto notarile di Milano sarà possibile iniziare a collaborare alla pratica. Lo studio invierà ID e Password e, collegandosi alla piattaforma online utilizzata dallo studio per la gestione delle pratiche notarili denominata GeNIO (Gestione Notarile Informatica On‐line), sarà possibile seguire l'evoluzione della propria pratica sia da web che da applicazione, ottenendo il dettaglio di quanto incidono le imposte, quanto incide l'onorario professionale e quanto invece incide il proprio contributo.

Richiesta del preventivo
Lo schema per seguire la pratica
Il calcolo degli oneri e delle tasse
Il calcolo degli oneri e delle tasse

Questa funzione permette infatti di compilare online i dati e caricare i documenti necessari per lo svolgimento della pratica: l'utente potrà decidere quali operazioni lasciare di competenza dello studio, ma altre potranno essere svolte in prima persona, andando così a diminuire la quota di onorario da corrispondere allo studio, ovvero si risparmia.

La piattaforma di inserimento dati
La piattaforma di inserimento dati
La piattaforma di inserimento dati
La piattaforma di inserimento dati

Nella schermata di riepilogo della pratica, si può vedere in una semplice rappresentazione grafica lo stato di avanzamento della pratica, cosa è già stato fatto e cosa può essere fatto. L'applicazione seguirà passo passo l'utente fino alla conclusione della pratica notarile.
Lo schema per seguire la pratica

Pregi e Difetti

Il calcolo degli oneri e delle tasse

Se dovete cercare un notaio, indubbiamente l'applicazione è consigliata. Chi di noi non si è mai trovato non sapere come scegliere? In questo modo è tutto chiaro, passaggio dopo passaggio, documento dopo documento. La possibilità di poter contribuire in prima persona a tutte le procedure, ottenendo così anche un risparmio economico (che in questo periodo fa molto comodo), è utile soprattuto perché si sa esattamente come si stanno spendendo i propri soldi.
Nella sua realizzazione, l'applicazione è molto semplice e intuitiva, e risulta molto comodo il poter accedere alla compilazione della pratica online anche tramite computer via browser.
Una pecca il fatto che l'app non sia disponibile per Android, ma speriamo che presto sia a disposizione anche per altri sistemi operativi come WindowsPhone e Blackberry 10.

Qui una intervista al suo ideatore Riccardo Genghini che ci spiega perché ha deciso di creare una applicazione così.

  • shares
  • Mail