CES 2013, Samsung annuncia Exynos 5 Octa, il processore mobile a 8 core

Dopo gli annunci di Nvidia e Qualcomm sul palco del CES 2013, anche Samsung ha voluto conquistare la propria fetta di attenzioni per quanto riguarda i nuovi chipset per dispositivi mobile. Così, nonostante l'azienda coreana non abbia presentato alcun nuovo smartphone o tablet durante la fiera di Las Vegas, ha comunque deciso di introdurre un processore mobile octa-core: il Samsung Exynos 5 Octa.

Dopo il roboante quad-core, parliamo ormai di otto core. Naturalmente, dato che parliamo di smartphone e dispositivi mobile, c'è da chiarire che gli otto core non vengono utilizzati tutti in una volta, dato che sono divisi in due distinti cluster di quattro core l'uno.

In sostanza, un dispositivo con questo processore integrato (ormai si presume si tratti del Samsung Galaxy S IV), avremo disponibili due CPU da quattro core l'una. Avremo un'architettura ARM Cortex-A7 ideale per carichi leggeri e per un consumano energetico minimo, affiancata dalla quad-core Cortex-A15, l'ultima creatura di ARM che gestirà le attività in cui è necessaria la massima potenza di elaborazione.

Questa è la prima incarnazione reale dell'iniziativa ARM big.LITTLE, iniziativa che mira a creare esattamente questo tipo di lavoro in tandem tra architetture. Samsung garantisce con questo chip il 70% di risparmio energetico rispetto al suo Exynos 5 Dual (anch'esso con architettura Cortex-A15), nonostante garantisca il doppio della potenza di rendering 3D rispetto a qualsiasi CPU Samsung usata in precedenza.

Non resta che attendere il primo dispositivo alimentato da questo mostro della tecnologia, possibilmente il tanto atteso Samsung Galaxy S VI.

Via UnwiredView

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: