iPhone economico, Schiller nega sia nel futuro di Apple

Nei giorni scorsi si sono scatenati rumor sempre più insistenti sul lancio di un iPhone economico. Secondo alcune fonti, Apple sarebbe interessata a produrre un nuovo modello di iPhone a basso prezzo, intorno ai 400€, con un display molto grande e funzionalità simili - ma base - rispetto a quelle degli iPhone già in commercio. A diffondere la notizia è stato inizialmente il quotidiano taiwanese Digitimes, seguito a ruota dal The Wall Stree Journal. Secondo queste fonti, la decisione di produrre un iPhone economico sarebbe nata dal successo riscosso dall'iPad mini.

Sempre secondo le speculazioni di fonti ignote, questo iPhone economico dovrebbe utilizzare SoC Snapdragon di Qualcomm, in particolare la versione dual-core MSM8960 o la quad-core APQ8064, e dovrebbe uscire sul mercato per l'autunno prossimo. A negare tutto ci ha pensato Phil Schiller.

Approfittando di un'intervista allo Shanghai Evening News effettuata durante il viaggio in Cina con il CEO Tim Cook, Phil Schiller, vice presidente senior del marketing globale di Apple, ha dichiarato:

Ogni prodotto che Apple crea sfrutta solo la migliore tecnologia disponibile. Questo include la fornitura di componenti, come il Retina display o il design unibody, al fine di realizzare il miglior prodotto disponibile sul mercato.
Inizialmente i non-smartphone erano molto popolari sul mercato cinese, adesso gli smartphone economici sono più popolari e i non-smartphone sono tagliati fuori.
Nonostante la popolarità degli smartphone economici, questo non sarà mai il futuro dei prodotti Apple.
Infatti, sebbene la quota di mercato di Apple nel settore degli smartphone sia solo del 20%, noi abbiamo il 75% dei profitti.

Con questa dichiarazione, Schiller risponde anche agli analisti che prevedono un calo nelle quote di mercato dell’iPhone a causa della crescente disponibilità di smartphone economici su tutti i mercati, oltre ai feature phone.

In quanto a profitti Apple sembra non temere concorrenza, tanto da non dover produrre smartphone di qualità inferiore.

Via The Next Web

  • shares
  • +1
  • Mail