VISA approva la tecnologia di RIM sui pagamenti online

I pagamenti tramite smartphone saranno una delle novità con cui andremo a “convivere” nel corso del prossimo futuro. Già oggi ci sono diverse tecnologie che ci permettono di pagare e/o ricevere denaro tramite telefono, come ad esempio la famosa tecnologia NFC e, in Inghilterra, il sistema Pingit di Barclays. Tra le ultime novità che arrivano in merito c'è quella di VISA, che ha approvato il sistema di pagamenti criptati proposto da Research In Motion, azienda canadese produttrice dei tanto noti Blackberry.

A partire dalla prossima serie di smartphone RIM che vedremo sul mercato, dunque, potremmo attenderci anche la possibilità di usare il telefono esattamente come se fosse una carta di credito. Si tratta di una novità che potrebbe, almeno da un punto di vista business, fare la differenza in favore dell'azienda canadese e permettergli di recuperare parte di quelle quote di mercato che sono state “mangiate” nel corso degli ultimi mesi da Apple e da Google.

Dal punto di vista tecnologico la novità replica le moderne carte di credito, che hanno un chip contenente il numero di carta di credito e altre informazioni che possono essere usate per i pagamenti on line. La stessa tecnologia sarà dunque inserita negli smartphone.

Certo è che novità che RIM ha presentato e che permetterà a tutti di pagare, in maniera sicura, tramite gli smartphone, dovrà essere assimilata ed accettata dagli utenti, il che potrebbe richiedere diversi mesi, se non addirittura anni. In ogni caso, non si tratterà di un sistema che andrà a rimpiazzare il contante o le carte di credito, al massimo potrà essere visto come una alternativa (per quanto interessante) alle opzioni di pagamento che ci sono già adesso.

Via | thestar.com

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: