Telefonini ed aerei: novità e divieti

cellulare su aereoDopo la decisione dell'UE che consente l'utilizzo del telefonino sugli aerei, gli operatori italiani iniziano ad affilare le armi in previsione della diffusione delle comunicazioni a 3000 metri.

Il primo ad offire il servizio è stata Wind a partire dal 14 aprile per i clienti in abbonamento sugli aerei Air France. Dal 5 maggio è possibile chiamare, inviare sms e navigare su internet anche per i clienti prepagati. I costi per le comunicazioni durante i voli sono i seguenti:


  • chiamate inviate: 4 €/min (scatti di 60");

  • chiamate ricevute: 2 €/min (scatti di 60");

  • sms inviati: 1,5 €;

  • sms ricevuti: gratuiti;

  • internet: 0,025 €/Kbyte;

  • wap/i-mode: 0,04 €/Kbyte.

Anche se un po' in ritardo rispetto alla Wind, Tim offrirà da giugno un servizio per tutti i clienti, in abbonamento e prepagati, con tariffe un po' più convenienti. Le compagnie su cui sarà possibile chiamare e inviare sms sono Air France, Lufthansa e Ryanair. Questi i prezzi:


  • chiamate effettuate: 3 €/min;

  • chiamate ricevute: 1,9 €/min;

  • sms inviati: 0,89 €.


La piattaforma tecnologia usata da Wind e Tim è quella di OnAir: i telefonini si collegano a picocelle installate nell'aereo, senza interferire con le comunicazioni di bordo, e collegate tramite satellite al resto della rete dell'operatore. Nonostante Wind abbia già tariffe per internet, non è ancora possibile navigare a bordo.

Le tariffe non sono di certo convenienti, ma consentono comunque un elevato risparmio rispetto alle telefonate a 10 dollari al minuto, fatte dal telefono di bordo, presente solo nelle tratte lunghe in business class. Il costo elevato inoltre potrebbe fare in modo che l'uso del telefono in volo venga limitato alle necessità, aspetto che farà piacere a tutti coloro che consideravano l'aereo un'oasi di tranquillità.

E proprio di questo si sono resi conto i dirigenti della compagnia aerea del Qatar Airways: nonostante sui voli sia già disponibile addirittura la la connessione Wi-Fi ad alta velocita' per l'accesso ad internet, durante i voli è stato vietato l'uso del cellulare. L' 80% dei clienti, infatti, non vuole che si facciano chiamate con i cellulari in viaggio. Il direttore esecutivo di Airways Al Baker ha detto:

Avremo l'impianto Wi-Fi a bordo. Ma abbiamo deciso di non consentire le telefonate sugli aerei per una ragione molto semplice, la comodita'. Non vogliamo che si inizi a parlare ad alta voce in cabina durante i voli notturni.

Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra.

Altro aspetto del matrimonio aereo-cellulare è il servizio di e-ticketing via telefonia mobile, per i telefoni che dispongono di connessioni internet, che Lufthansa stà sperimentando sulle tratte da Amburgo verso Monaco e Francoforte. Dal cellulare sarà possibile visualizzare la carta d'imbarco e quindi dirigersi direttamente al gate nel caso in cui si abbia solo il bagaglio a mano Nel corso dell'estate il servizio verrà esteso a tutti i collegamenti domestici della compagnia.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: