Cellulari per bambini e anziani toccano il milione, ZTE festeggia in Giappone

Telefono ZTE

ZTE Corporation può dirsi davvero soddisfatta: i suoi cellulari per bambini hanno toccato a fine 2012 il milione di unità in Giappone e promettono sorprese a non finire. Il guadagno, infatti, sarà stato sicuramente elevato e la capacità delle Terre del Sol Levante di trarre grandi vantaggi anche dai piccoli successi sono indiscutibili: ecco perché siamo sicuri che in questo nuovo anno tutto andrà ancora meglio. Ma veniamo ai dettagli: cosa significa questo milione di unità per il produttore?A nostro avviso, vuol dire che la strategia pensata appositamente per i bambini ha funzionato. E anche bene. Per chi non lo sapesse, infatti, i cellulari per l’infanzia sono stati sviluppati per consentire ai bimbi delle scuole elementari di inserire preventivamente i numeri telefonici e poi chiamare, premendo un tasto centrale; il cellulare permette anche di inviare dei messaggi e di far capire al destinatario il luogo da cui l’SMS è stato inviato: potete ben capire che l’idea, per quanto non sia nulla di sconvolgente, si adatta, con la sua semplicità, a un target molto più ampio (anche agli anziani, per esempio) e garantisce senza ombra di dubbio molta più sicurezza rispetto a qualsiasi altro dispositivo.

Il primo modello di telefono ZTE – spiega il comunicato della compagnia - è stato presentato in Giappone nel marzo in collaborazione con l’operatore giapponese Softbank ed ha riscosso un notevole successo in un mercato che ha visto un notevole sviluppo di questo segmento. Nell’aprile 2012, ZTE ha lanciato un altro cellulare – serie ‘101Z’ - che offriva un’esperienza di utilizzo ancora più semplice. Entro la fine del 2012 le vendite dei due modelli hanno superato il milione di unità”.

La notizia, insomma, è ufficiale e noi non possiamo far altro che rendere onore al merito: IDC – società di ricerca e consulenza del settore ICT – ha spiegato che ZTE, grazie a semplicità e un pizzico di innovazione,  è riuscita ad arrivare quarta nel mondo fra i produttori di smartphone (e non è una posizione da sottovalutare, se considerate che sul podio sono presenti dei veri e propri giganti).

Applaudite assieme a noi?

  • shares
  • +1
  • Mail