La Guerra dei Cloni: maxi-sequestro di vari cellulari cloni cinesi

La notizia non è freschissima ma la riportiamo per chi non l'avesse intercettata in questi giorni tra TV e giornali: un'operazione della Polizia di Stato ha portato a termine un maxi-sequestro di svariati cellulari cinesi cloni dei più famosi modelli.

Oltre al reato di essere dei cloni, ai telefonino è stato contestato il reato di non essere conformi alle norme di sicurezza. I cellulari, infatti, equipaggiavano batteria dall'amperaggio anche doppio rispetto agli originali, senza le adeguate misure di sicurezza contro esplosione e autocombustione (in ricarica e durante l'uso).

I cloni erano in vendita in un negozio di Bordighera, in provincia di Imperia. L'operazione ha visto il sequestro dei 60 cloni e l'esorbitante multa di 22.000 per aver messo in vendita cellulari non conformi alle direttive europee di sicurezza, tra cui la già citata batteria, il tipo di onde radio emesse e i materiali (a rischio di tossicità).

Tra i modelli sequestrati sono stati trovati alcuni cellulari già trattati in questa rubrica, tra cui cloni dell'iPhone e dell'N95.

[via poliziadistato]

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: