iOS 6.1.3 segnerà la fine del jailbreak con evasi0n?

evasi0n 1.6 evad3rs iOS 6.1.3

 

Apple sta lavorando alla iOS 6.1.3, lo abbiamo detto la scorsa settimana. Poche le migliorie introdotte: mappe per il territorio giapponese e la risoluzione del bug collegato all’utilizzo del dispositivo nonostante ci sia un codice di blocco.

Si tratta della build 10B311, classificata come iOS 6.1.3 beta 2 che no dovrebbe tardare ad essere pubblicata da Apple. Come spesso accade quando siamo in presenza di aggiornamenti, da quando è uscito il tool evasi0n per effettuare jailbreak untethered, c’è da capire se da Cupertino sono riusciti a mettere una pezza al brillante lavoro degli evad3rs.
Ebbene questa volta pare proprio di sì dato che è proprio uno di loro, in arte Planetbeing, a confermare che la mela è riuscita a bloccare uno dei 5 exploits che gli hacker utilizzavano come porta di ingresso. Non è escluso che ne abbia bloccati anche altri: il team sta ancora analizzando a fondo l’ultima release per dare un responso definitivo.

Dato positivo per i jailbreakers è che gli evad3rs avevano pronti un sacco di exploit per bucare iOS 6.1, anche in caso di rilascio di ulteriori versioni da parte di Apple, Ultima versione del tool è stata evasi0n 1.5 che ha avuto il compito di velocizzare l’avvio del dispositivo che risultava un po’ lento.

Non è comunque ancora detta l’ultima parola: dovesse essere bloccato il jailbreak con la iOS 6.1.3 non è difficile che gli evad3rs approntino una release 1.6 di evasi0n con la possibilità di mantenere viva la possibilità di un veloce jailbreak. Le problematiche per Apple, rispetto ai precedenti jailbreak, risiedono probabilmente nel fatto che il tool è un programma a sé, non uno strumento in Rete usufruibile da web.

Via|9TO5Mac

  • shares
  • Mail