Riparare da sé il tablet rotto? iFixit ti dice prima quale comprare

Apple iPad rottoÈ uno degli oggetti tecnologici di maggiore successo degli ultimi anni. Amato dagli appassionati e da chi, per la prima volta, si affaccia al mondo di Internet, avendo temuto per anni il computer e detestando telefoni troppo complicati che hanno il solo difetto di non…telefonare.

Stiamo parlando dei tablet che tante gioie danno ai loro possessori ma anche tanti dolori quando si rompono, data la delicata superficie di vetro, tanto per citare la rottura più comune, punto di contatto tra le mani dell’utente e l’affascinante mondo del web e delle applicazioni più disparate. Portarlo in assistenza? Farselo sostituire? Acquistarne uno nuovo?

Tutte soluzioni più o meno rapide, veloci da realizzare ma c’è anche un’alternativa molto considerata per risparmiare un bel po’ di soldini: aggiustarlo da sé o da chi si ritiene in grado di poterlo fare. Se ci si vuole cimentare in un’impresa sì ardua chi meglio del noto portale iFixit ci può aiutare, dato che ogniqualvolta un prodotto elettronico arriva sul mercato, qualche ora dopo è completamente sezionato, pezzo per pezzo su un freddo "tavolo operatorio".

Chi meglio di iFixit, quindi, può sapere quali sono le problematiche legate allo smontaggio e alla riparazioni delle diverse diavolerie elettroniche che vengono presentate ormai senza soluzione di continuità dai costruttori di tutto il pianeta? Ebbene proprio il portale ha stilato una classifica dei tablet più accessibili in base a diversi parametri come la facilità di smontaggio e la facile reperibilità degli economici componenti, con un manuale che spieghi bene come poter fare grazie a strumenti di utilizzo comune.

Tutto questo in un mondo ideale dato che spesso le cose non stanno così. In ogni caso, in base a detti parametri, la classifica vede al primo posto il  Dell XPS 10, che a noi forse non dirà molto. Per trovare tablet a noi più noti basta scendere un poco in classifica e ci saranno il Kindle Fire di Amazon, il Motorola Xoom o il Samsung Galaxy Tab 2 7.0. Per stare ancora sulla sufficienza ci si imbatte su Google Nexus 7, miglior tablet del 2012 lo ricordiamo, e il primo iPad di Apple.

I  dolori iniziano quando si cerca di sistemare in casa un Microsoft Surface RT oppure tutti gli altri iPad, compreso il Mini. Il fondo lo si tocca con il Microsoft Surface Pro: non ci si azzardi a metterci le mani. Chi ha provato a fare da sé lo sa bene, non è facile ma è possibile. Da parte nostra l’invito a non mettere le mani se non siete in grado di farlo ma di affidarsi ai centri di assistenza competenti. Specialmente nei casi in cui i tablet siano davvero…inaccessibili.

Via|iFixit

  • shares
  • Mail