Nuovo garante europeo TLC sarà finanziato da UE e Stati membri

EU-telecom Pilar del Castillo Vera, europarlamentare di centro-destra, ha rivelato che il nuovo garante europeo per le telecomunicazioni (Body of European Regulators in Telecoms) sarà finanziato sia dall'Unione Europea che dagli Stati nazionali in virtù dell'intesa raggiunta tra i vari gruppi del Parlamento europeo.

"Ieri ci siamo accordati su questo, e presenterò un emendamento... che prevede una combinazione di questi due tipi di finanziamento", ha spiegato del Castillo Vera ai giornalisti, aggiungendo: "Dovremmo avere il supporto della maggior parte dei partiti nel voto finale. Il Gruppo Socialista ce lo ha già detto, e anche i Liberali".

Nel testo non sarà indicato l'importo del finanziamento, ma Viviane Reding, commissario europeo alle Telecomunicazioni, per assicurare la massima indipendenza al nuovo organismo di controllo delle TLC vorrebbe escludere i singoli Stati membri e far ricadere l'intera spesa sulla Comunità Europea.

[via Reuters]

  • shares
  • Mail