Amazon assume Charlie Kindel, specialista smartphone

Tornano con grande insistenza le voci che vorrebbero Amazon entrare nel mercato degli smartphone. Sembra infatti che l'azienda americana abbia assunto Charlie Kindel, specialista del settore smartphone che ha lavorato in passato in Microsoft al progetto Windows Phone. Kindel si era licenziato nel 2011 dall'azienda di Remdond per fondare una sua start up, Bizlogr, ed è ora stato assunto dalla società di Jeff Bezos.

Ovviamente c'è il massimo riserbo su quello che Kindel farà in azienda, anche se dal suo profilo LinkedIn si apprende che presumibilmente sia già al lavoro su un progetto “segreto”, in un'area aziendale completamente nuova.

Kindel fa sapere di essere “al lavoro per assumere sviluppatori cloud e mobile, oltre che testers, program manager e product manager”.
Amazon ha attirato Kindel avendogli presentato, secondo le sue stesse parole, un progetto “dalle grandi potenzialità, un qualche cosa che non potevo lasciarmi scappare. In aggiunta, l'idea di lavorare in un'azienda così focalizzata sul cliente è una delle cose più eccitanti in assoluto”.

A questo punto, dopo il successo del tablet Kindle Fire, fioccano le ipotesi e le supposizioni. La prima idea che viene alla mente è quella di uno smartphone, magari di fascia medio / bassa e con sistema operativo Android (che l'azienda ha già usato con successo per il suo Fire), strettamente legato al market virtuale.

Chiudiamo con una considerazione e con una curiosità. La prima è che se lo smartphone di Amazon dovesse avere come obiettivo anche quello di permettere agli utenti di leggere libri, lo schermo dovrebbe essere abbastanza grande. La seconda è sul cognome del neo assunto, “Kindel”, che ricorda così tanto il popolare “Kindle” realizzato dall'azienda con sede a Seattle.

Via | theinquirer.net

  • shares
  • Mail