Android. Non è tutto oro quello che luccica...

E' passato solamente un giorno dalla consegna del T-Mobile G1 alla maggior parte dei blogger statunitensi, che già emergono i primi problemi e le prime limitazioni di Android, il sistema operativo impiegato, qui alla sua prima apparizione effettiva.

Data l'ovvia novità di Android, si tratta perlopiù di "vizi di gioventù". Ad ogni modo, visto che l'OS di Google è open-source, dovrebbero pensarci gli utenti a scovare e ad aiutare a risolvere la maggior parte dei problemi riscontrati (almeno, si spera!)

Ad ogni modo, eccone una parte. Come noterete, spesso non si tratta affatto di mancanze di poco conto:


  • i contatti si sincronizzano solo con Gmail. Niente Exchange, o Outlook su desktop. SOLO Gmail;

  • assenza dei profili;

  • assenza di un modo per effettuare una chiamata veloce;

  • è impossibile gestire una cartella MAP (occorre selezionarle tutte);

  • non viene segnalata la presenza di cartelle IMAP con nuovi messaggi;

  • il client IM supporta AIM, MSN, Yahoo e Gtalk - ma solo uno alla volta;

  • la suoneria non arriva all'auricolare;

  • non si possono registrare video, almeno utilizzando il software nativo;

  • quando si effettua la sincronizzazione con Windows Media Player o Winamp, le copertine non sono sincronizzate;

  • non si possono riprodurre video nativamente (occorre scaricare un'applicazione gratuita)

  • non c'è un'applicazione per gli impegni nativa;

  • assenza di una tastiera su schermo

  • assenza del riconoscimento della scrittura

  • non è possibile effettuare selezioni multiple

  • il tasto cancella sulla tastiera non cancella le email o i contatti selezionati;

  • non si possono rinominare le cartelle nella schermata Home;

  • quando si rimuove un'applicazione, la scorciatoia sulla schermata Home resta, non funzionante;

  • non è possibile installare applicazioni sulla scheda microSD;

  • non si può utilizzare il bluetooth per una tastiera, per il voice dialling, auricolari stereo A2DP e trasferire file;

  • occorre che il cielo sia sereno perché il GPS funzioni;

  • il browser non supporta lo zoom veloce, ma occorre utilizzare ogni volta i pulsanti che controllano lo zoom;

  • non si può filtrare il registro delle chiamate;

  • non c'è modo di esplorare i file presenti sul dispositivo;

  • non si può condividere la connessione internet;

  • non c'è alcuna applicazione per prendere note;

  • i documenti PDF, Office ed OpenOffice sono supportati solamente grazie alla conversione in HTML effettuata automaticamente lato server da Google. Inoltre non è possibile salvare il risultato ottenuto direttamente sul dispositivo ma occorre ogni volta riaccedervi online.

[Via PocketNow]

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: