Facebook Home .apk per tutti ma le Chat Heads sono la killer application

Solo ieri abbiamo visto in Google Play la nuova Facebook e la nuova Facebok Messenger, con tanto di Chat Heads, applicazioni compatibili con Home. Qualche ora dopo in America ecco, come promesso, l’arrivo della casa di Facebook destinata, oltre all’HTC First, anche ad altri modelli presenti sul mercato ma non a tutti i telefoni Android, nemmeno a quelli di ultimissima generazione.

Come era lecito attendersi, qualche minuto dopo ecco arrivare l’.apk di Home da poter essere installato sui telefoni compatibili di tutto il mondo, senza aspettare il roll-out internazionale.

3 .apk modificate per avere subito Home


Ma non è finita: al nostro risveglio, poi, la sorpresa più gradita ossia le versioni "modificate" di Facebook, Messenger e Home da potersi installare nei telefoni Android con almeno la 4.0 Ice cream Sandwich on-board.

Detto fatto, ne abbiamo approfittato subito per beneficiare del lavoro del solito, certosino, Paul O’Brien che qualche giorno fa aveva provato ad estrapolare Home da First e ce l’aveva quasi fatta, prima che a Menlo Park se ne accorgessero.

Simpatico ma un tantino invasivo


Tre .apk da installare (e QUI vi spieghiamo come fare) poi, una volta avviata Facebook, la possibilità di lanciare la tanto attesa Home, come se avessimo un terminale abilitato, invece abbiamo un Google Galaxy Nexus, e l’esperienza casalinga ha subito inizio.

Tutto sommato un buon software, nulla di trascendentale ma ottimo per chi vive su Facebook, e non sono in pochi, ovviamente senza dare alcun giudizio sulla cosa. Certo che avere questo launcher perennemente attivo, alla lunga, potrebbe stancare anche i più affezionati del sito blu ma lo sforzo di Zuckerberg e compagni è apprezzabile.

Molto belle le Chat Heads


Nota di merito va piuttosto alle nuove Chat Heads, facenti parte di Messenger, un sistema davvero molto carino per visualizzare le proprie chat nel telefono, cosa che ci si augura possa avvenire anche per gli altri sviluppatori come Google, ma con Babel le sorprese saranno molte, e WhatsApp, ad esempio.

La nuova casa di Facebook per Android è piacevole da vedere, come ci si aspettava forse per i primi 2/3 giorni, poi potrebbe risultare un po’ invasiva ed invadente. Che non sia forse meglio lanciare l’App quando più ci va, senza che sia sempre presente sul nostro display?

  • shares
  • Mail