BlackBerry stenta anche con lo Z10, ma la mora non ci sta

Non solo problemi di immagine per BlackBerry - gli smartphone meno appetibili del mercato, almeno secondo Raymond James - ma anche vocin in merito a scarse vendite dal momento del lancio della nuova piattaforma BlackBerry 10.

BlackBerry 10

 

Si parla del solo modello Z10, unico per ora disponibile, in attesa che arrivi presto il Q10, che, stando però a quanto dice l'azienda canadese, ha venduto oltre un milione di pezzi dall'avvenuta commercializzazione di qualche mese fa.

Poco Z10, almeno negli USA


Le vendite realizzate fino ad oggi, però, a quanto rivela l’autorevole WSJ, sarebbero davvero basse, almeno per quanto concerne il mercato americano dove il marchio canadese è storicamente forte, e meno male.

Uno strano fenomeno, inedito, sarebbe in atto secondo gli analisti: le restituzioni dei terminali sarebbero addirittura superiori alle vendite. Non solo: le vendite non sarebbero andate forte fin dall’inizio e si sarebbero progressivamente ridotte nel tempo.

Questo perché i possessori si sarebbero lamentati dell’interfaccia utente poco intuitiva, dell’applicazione Mappe non all’altezza e delle poche applicazioni presenti nel negozio online BlackBerry World.

La mora parla di speculazioni


Naturalmente la mora non ci sta a quelle che definisce mere speculazioni, affermando invece che sia negli USA che nel resto del mondo le restituzioni sarebbero fisiologicamente in linea con quelle degli altri top smartphone del mercato.

Niente di anomalo quindi secondo BlackBerry che si tiene stretto il suo milioncino di Z10 piazzati, riservandosi di ricorrere, per opera del capo del suo ufficio legale Steve Zipperstein, alla Securities and Exchange Commission e alla Ontario Securities Commission, autorità che hanno il compito di vigilare i mercati rispettivamente di Stati Uniti e Canada. Ciò al fine di rivedere le percentuali di recesso delle vendite dello Z10 che, come abbiamo visto, definisce false speculazioni.

Heins è tranquillo ma il prezzo...cala


Anche secondo il CEO di BlackBerry, Thorsten Heins, dire che le vendite di Z10 non sono in linea con le aspettative dell’azienda, i recessi sono anomali o che i clienti non sono soddisfatti non è che una cattiva interpretazione dei dati e una manipolazione voluta.

Quel che posiamo dire è che lo Z10, da noi, uscito a 699 euro che francamente non erano pochi, adesso lo si può trovare sui 550 euro e il prezzo tende ancora a scendere.

Via | CrackBerry

  • shares
  • Mail