Huawei spera di diventare il terzo produttore di smartphone al mondo

La società cinese Huawei, che fino a pochi anni fa produceva solo penne 3g e moduli telefonici, in pochi anni si è conquistata una posizione di valore nel mercato smartphone. Ora vuole puntare al terzo posto nella classifica dei rivenditori, e il suo obiettivo è il padrone del mercato, Samsung.

Samsung nell'obbiettivo


Huawei, nel 2012, nel corso dell'ultimo trimestre ha sopravanzato Sony posizionandosi proprio al terzo posto, subito dopo Apple e Samsung. Come detto, la casa cinese sta facendo balzi da gigante sia nella qualità dei prodotti che nei numeri di vendita. Huawei, che ha fatturato 7.5 miliardi di dollari nel corso dell'anno passato, ora si aspetta di ottenere un miglioramento: le sue analisi parlano di 9 miliardi di dollari. Huawei è convinta che, nei prossimi anni, il suo fatturato possa arrivare a cifre di 20 miliardi di dollari con un utile di 3-4 miliardi di dollari.

L'obiettivo non è solo quello di fare numeri. Essa mira a divenire un punto di riferimento come qualità creando dei prodotti migliori di Samsung, HTC, Apple e Sony, un traguardo molto ambizioso ma non impossibile. Pertanto, le altre aziende devono temere Huawei.

Le canche?

Le prospettive ci sono tutte, avendo Huawei dalla sua un mercato interno enorme ed una produttività alta a bassi costi. Tra i competitor che sono in diretta concorrenza, il più debole è senza ombra di dubbio HTC che sta vivendo un periodo molto difficile, ma un tonfo della casa Taiwanese potrebbe essere un problema per la casa cinese, in quanto, in USA, i prodotti Huawei vengono venduti con marchio HTC.

Sony dal canto suo si sta impegnando molto tirando fuori prodotti finalmente all'altezza della concorrenza e dalla parte sua c'è sempre il blasone del marchio che è molto più esclusivo di Huawei. La casa cinese , però, non ha preso in considerazione Nokia che sta tornando a grandi passi nell'olimpo dei produttori e che ,con la terza serie dei Lumia, sicuramente farà il balzo finale per essere tra i primi tre del mondo.

Via | Androidheadlines.com

  • shares
  • Mail