Samsung, smartphone con display flessibili in ritardo per problemi di produzione

No ai display flessibili firmati Samsung. Almeno per il momento: la compagnia sta avendo diversi problemi nella produzione

Samsung display flessibili

Smartphone

con display flessibili? Arriveranno, ma per il momento Samsung deve fare i conti con la produzione: gli schermi che sta progettando sono davvero troppo delicati e una svista, come quelle che capitano purtroppo spesso, potrebbe rendere il lavoro della compagnia vano e controproducente; è stato scoperto, in particolare, che gli OLED sono vulnerabili all'umidità e all'ossigeno ed è per questo motivo che sono in atto nuove strategie che dovrebbero sostituire le vecchie (sarà sempre System Vitex a fornire il proprio aiuto, ma qualcosa cambierà senz'altro).

A riportare la notizia, è stato il quotidiano coreano ETNews, che, però, non ha fornito ulteriori dettagli. Va detto che Samsung è parsa da subito entusiasta per l'avanzamento dei lavori, di cui ha dato conto a tutti in occasione del CES 2013: qui i coreani hanno mostrato il prototipo di display flessibile OLED, chiamandolo "Youm", assieme a un nuovo tipo di schermo, che hanno definito, invece, "Green LCD"; l'azienda ha messo in evidenza che l'idea potrebbe essere applicata sia ai tablet sia agli smartphone, ma è stato subito chiaro a tutti che difficilmente il 2013 avrebbe rappresentato la data del lancio.

Non abbiamo idea di quale possa essere il periodo di uscita di questi schermi, ma ipotizzare il 2014 non è azzardato, visto che questo sarà un anno per la compagnia (Samsung Galaxy S4 dovrà sfidare iPhone 5S; continuerà la sfida tra tablet e molto altro ancora). Il display flessibile è interessante come trovata, anche se un po' troppo rischiosa. Ma, in fin dei conti - si sa -, chi non risica non rosica.

Via | ETNews

  • shares
  • Mail