Samsung Galaxy S4, review del nuovo top di gamma

Alcune recensioni ci portano dentro il mondo del nuovo top di gamma di Samsung, il Samsung Galaxy S4. Possiamo così vedere, un momento prima dell’arrivo sui nostri scaffali, cosa ci riserverà la nuova punta di diamante attraverso la quale la ditta coreana vuole assicurarsi il dominio dell’affollato mercato degli smartphone.

Il momento tanto atteso da molti, sia tra gli estimatori di Samsung che non, è alle porte. Il Samsung Galaxy S4 è stato da poco presentato ufficialmente anche in Italia e presto lo si potrà trovare sugli scaffali dei vari rivenditori. Diamogli quindi un’occhiata per capire quali sono i suoi punti di forza e difetti e decidere se vale la pena di corrispondere la cifra richiesta per il suo acquisto.




Il design


L’aspetto di uno smartphone è decisamente importante: come siede nella mano, come appare all’utente, che sensazioni trasmette la sua scocca. Tutti questi dettagli compongono la personalità di un dispositivo e determinano se risulti affidabile e rassicurante e se ci piacerà continuare a guardare quello che oramai è l’oggetto più presente nelle nostre giornate.

Il Samsung Galaxy S4 riprende direttamente l’aspetto del Galaxy S3 cambiando ben poco. È più ampio e lungo ed impercettibilmente più sottile e leggero, ma la forma è la stessa così come il policarbonato che la compone.

Ovviamente la decisione è anche delegata al gusto personale e tra i vari recensori le opinioni sono diverse: il reporter di TheVerge lo trova scivoloso, difficile da maneggiare e ne riceve sensazioni spiacevoli e dall’altra parte la scrittrice di CNET trova piacevole il look semplice, leggermente più rifinito rispetto a quello del suo predecessore ed il modo in cui sta tra le dita.
Su una cosa però sembrano essere tutti d’accordo. I materiali ed il disegno del Galaxy S4 non sono davvero all’altezza di quelli dei suoi attuali competitori, l’HTC One e l’iPhone 5, che risultano molto più solidi ed eleganti e più piacevoli da utilizzare.



Interfaccia e sistema operativo


Questo è probabilmente il primo dei tanti ambiti in cui il Galaxy S4 da il meglio di sé. Il display dell’ultimo “mostro” di Samsung è un impressionante Super AMOLED da 5 pollici con una risoluzione di 1920x1080 ed una densità di 441 ppi. I colori sono accesi e colpiscono lo sguardo, lo schermo risponde bene al tocco e non sfigura rispetto a nessuno dei competitori. Unica ‘macchia’ pare essere il sistema di smorzamento che risulta adatto solo in poche situazioni.

Il sistema operativo, come sappiamo, è Android 4.2. Detto questo come al solito al di sopra della piattaforma di Google c’è la nota TouchWiz, marchio di fabbrica di Samsung e sembra che in questo caso il lavoro di conversione sia quasi totale.

Una delle caratteristiche più ben viste è il nuovo pannello di controllo della schermata principale, un menù a tendina richiamabile facilmente tramite un bottone che incorpora interruttori per praticamente tutti i sistemi dello smartphone, come Wi-Fi, Bluetooth, NFC, Air View e Air Gestures.

Proprio Air View ed Air Gestures, assieme allo Smart Screen, sono una delle colonne che rendono speciale l’esperienza di utilizzo del Galaxy S4. Anche in questo caso le impressioni sono generalmente le stesse: sono funzioni tutt’altro che indispensabili in grado però di stimolare la curiosità.

Non è trascurabile nemmeno l’offerta di App pre-installate, tasselli di una piattaforma che può risultare, alla fine dei giochi, estremamente complicata .
Foto di Samsung Galaxy S4
Foto di Samsung Galaxy S4
Foto di Samsung Galaxy S4
Foto di Samsung Galaxy S4

Specifiche tecniche


Il Samsung Galaxy S4 risulta essere esattamente come ci è apparso, ovvero un autotreno di performance tecniche. È difficile far faticare il telefono anche se sottoposto a compiti che risulterebbero davvero stressanti per i componenti ed i pochi errori sono poco più che singhiozzi. I rallentamenti sono probabilmente da imputare più che altro al software.

Il Samsung Galaxy S4 possiede tutte le caratteristiche che uno potrebbe desiderare e voler vedere inserite nel top di gamma che si appresta a comprare e le specifiche del dispositivo sono semplicemente quanto di più all’avanguardia si possa trovare.

La fotocamera è un altro pregio del Galaxy S4 e si basa, oltre che su un sensore da 13 megapixel, su tutta una serie di funzioni aggiuntive che Samsung ha imparato a creare e mettere a disposizione dell’utente per garantire un’esperienza di utilizzo sempre varia. Il difetto sta nella mancanza di un sistema che consegni foto limpide tanto di notte quanto di giorno, caratteristica presente invece in dispositivi come HTC One e Nokia Lumia 920.

Anche l’alimentazione non tradisce e la batteria da 2600 mAh riesce a condurre il telefono attraverso una lunga giornata senza cedere. Va riconosciuto, inoltre, che è possibile cambiarla grazie alla cover posteriore removibile.
Foto di Samsung Galaxy S4
Foto di Samsung Galaxy S4
Foto di Samsung Galaxy S4
Foto di Samsung Galaxy S4

Conclusione


È estremamente appropriata la descrizione che il reporter di TIME da del Samsung Galaxy S4 dicendo che si tratta del “gorilla di 400 chili di Samsung”.

Risulta impossibile decidere di non fare il paragone tra questo smartphone Android e un altro top di gamma come l’HTC One e, a parte qualche differenza legata all'estetica ed al gusto personali, le rencensioni sono concordanti. Si potrebbe dire che lo smartphone di HTC è più affascinante ma d’altro canto il Samsung Galaxy S4 ha tutto e fa tutto – o quasi. Comprarlo è una scelta sicuramente solida sia che si pensi di aggiornare il proprio Galaxy S3 sia che si decida di passare all’offerta Galaxy S partendo da qualcos’altro anche se potrebbe essere definito troppo complicato, tanto da rendere necessaria l’implementazione di una Easy Mode.

Qui però viene alla luce un altro dubbio condiviso ampiamente dall’opinione del pubblico, ovvero quanto è importante continuare ad offrire un dispositivo il cui punto di forza è semplicemente avere più potenza di calcolo.

Via | TheVerge | reviews.cnet | techland.time

  • shares
  • Mail