Samsung Galaxy S4 Active, la versione "rugged" in arrivo a luglio?

Nei giorni scorsi abbiamo scoperto l'esistenza di una Samsung Galaxy S4 resistente a polvere e acqua tramite le parole del presidente di Samsung Gulf, Young Soo Kim. I dettagli a riguardo erano però pochi, ma il Wall Street Journal ha scoperto nuove informazioni, a partire dal nome definitivo del dispositivo: Samsung Galaxy S4 Active.

Come ci si potrebbe aspettare da un modello "rugged", ovvero certificato per resistere alle principali minacce per uno smartphone, il Samsung Galaxy S4 Active resisterà sia all'acqua che alla polvere, cercando però di mantenere un design elegante come l'ammiraglia Samsung Galaxy S4.

Le informazioni in anteprima


I prezzi e la futura diffusione dello smartphone sui diversi mercati non sono ancora noti, ma sappiamo con certezza che il Galaxy S4 Active sarà il telefono Android di punta per chi cerca anche la resistenza. Sempre più smartphone di punta sfruttano la nanotecnologia per diventare impermeabili ed un esempio è la nuova tecnologia offerta da P2i per respingere le gocce d'acqua e le piccole minacce come la pioggia, arrivando a preservarlo anche in caso di immersione.

Un settore di interesse per Samsung


Con un importante 29% del mercato globale dei telefoni cellulari e possedendo il 33% del mercato globale degli smartphone, Samsung cerca ora di penetrare anche nella fascia di mercato chiamata "BYOD", ovvero Bring your own device. Si tratta di una nicchia composta da dipendenti e lavoratori autorizzati ad utilizzare il proprio smartphone sul posto di lavoro, alla quale quindi servono dispositivi resistenti ed affidabili in qualsiasi situazione. A rientrare nella categoria vi sono molti dipendenti pubblici, ma anche e soprattutto coloro i quali lavorano in zone di guerra.

La data di uscita


Se inizialmente dalle parole di Soo Kim non eravamo riusciti a dedurre una data di lancio prestabilita per questa versione "rugged" del telefono, scopriamo dalle fonti del Wall Street Journal che il dispositivo sarà lanciato definitivamente a luglio 2013.

Via WSJ

  • shares
  • Mail