MorePhone, il telefono con schermo flessibile che si deforma

Un nuovo prototipo di schermo flessibile verrà presentato ufficialmente a breve. MorePhone diventerà un telefono in grado di alterare la propria forma per avvisare l’utente di una chiamata o fornire altre notifiche.














Sempre più spesso torna a galla il discorso che gira attorno al futuro dei display, soprattutto per quanto riguarda i dispositivi mobile delle prossime generazioni. Ci si aspetta che, in un modo o nell’altro, questi dispositivi siano dotati di schermi in grado di piegarsi e cambiare forma.

Le idee e le proposte sono tante e variegate anche se, finora, nessuna ha davvero preso forma concreta al di la di prototipi non commercializzati. Anche in questo caso siamo di fronte ad un prototipo che prende una strada divergente da quelle presentate sino ad oggi.


MorePhone


Il dispositivo è stato progettato e costruito dal Human Media Lab della Queens University in Ontario e si chiama MorePhone. L’idea precipua su cui si basa questo prototipo è la possibilità di ricevere notifiche dal telefono non attraverso una suoneria o la vibrazione bensì attraverso la deformazione del telefono stesso.

Il risultato è stato ottenuto utilizzando fili composti da una lega dotata di memoria di forma che si contraggono nel momento del bisogno, facendo assumere allo schermo forme differenti a seconda del tipo di notifica ricevuto.

Quanto è lontano questo futuro?


Human Media Lab ha già presentato progetti simili in passato come ad esempio il PaperPhone nel 2011, basato su gestures legate alla flessione dello schermo.
Anche Samsung è impegnata in un simile progetto la realizzazione del quale però, a causa di problematiche legate alla progettazione, è rimandata a data da destinarsi. Secondo il team che si occupa del MorePhone una simile tecnologia non sarà integrata nei prodotti destinati alla vendita prima di 5 o 10 anni.

Ci si aspetta di vedere arrivare entro quest’anno, come ha annunciato la compagnia coreana, uno smartphone LG con schermo pieghevole ma non avrà nulla a che vedere con un display che si deforma completamente.

Via | TheVerge.com

  • shares
  • Mail