Xiaomi colpisce ancora. 100.000 Mi2A venduti in 48 secondi

Stiamo parlando sempre più spesso del costruttore cinese Xiaomi che, coni suoi smartphone, sta emergendo in un mercato non facile. Due le ragioni della cosa: innanzitutto la potenza dei suoi telefoni che, spesso, non hanno molto da invidiare ai dispositivi Android ben più blasonati. Ma non solo: il prezzo è decisamente più allettante dato che stiamo parlando di poche centinaia di euro, comunque molto meno dei 6/700 euro necessari ad acquistare un top di gamma di LG, Samsung, HTC o Google che sia.

Mi2A Xiaomi

Ma non solo: il prezzo è decisamente più allettante dato che stiamo parlando di poche centinaia di euro, comunque molto meno dei 6/700 euro necessari ad acquistare un top di gamma di LG, Samsung, HTC o Google che sia.

Ripetuto l'exploit dell'Mi2S


Prodotto valido, prezzo accessibile crea una mistura esplosiva, tale che, quando gli smartphone vengono messi in vendita, passano davvero pochi minuti a che gli stessi vengano completamente esauriti.

È successo questo proprio qualche giorno fa con il modello Mi2S che è riuscito ad essere venduto in 200mila esemplari in soli 45 secondi dal via alle vendite. Poco meno ha fatto l’altro modello del costruttore cinese, l’Mi2A, i cui 100mila pezzi disponibili, non ce n’erano di più, sono stati "bruciati" in soli 45 secondi.

In Italia solo d'importazione


Chiaro che un telefono con processore Qualcomm S4 Pro, dual-core con velocità sdi 1,7 GHz, 1 GB di RAM, display da 4,5", memoria integrata di 16 GB e fotocamere da 8 e 2 megapixel che viene venduto al controvalore di 185 euro in yuan cinesi solletica l’appetito di moltissimi utenti che, infatti, hanno dato l’assalto al sito, provocandone il sold out in meno di un minuto.

È un vero peccato che non li vedremo in Italia, a meno che non vengano importati, ma sarebbe un danno per i top player che piazzano, come detto, le loro creazioni simili, non certo uguali, a prezzi ben diversi.

Via | Xiaomi

  • shares
  • Mail