Applicazione ufficiale YouTube, sfida tra la nuova di Windows Phone 8 e Android

Microsoft pubblica un'applicazione completa di YouTube per Windows Phone 8. Mettiamola a confronto con quella presente sul sistema Android.



Continua l'embargo da parte di Google contro il sistema mobile di Microsoft. I più maligni asseriscono che lo faccia per paura, i moderati invece affermano (assieme alla stessa Google) che non sviluppano software per un sistema che non ha un bacino d'utenza interessante. La seconda ipotesi sta piano piano perdendo di valore, visti gli aumenti percentuali ottenuti in svariati paesi del globo. Chissà se entro la fine dell'anno uscirà qualcosa di ufficiale.

Sfida contro app di Google

Microsoft ha "messo una pezza" al problema dell'applicazione di YuoTube sul suo sistema mobile. Per capire bene come ha lavorato la casa di Redmond non ci resta che mettere a confronto l'applicazione per Android (ufficiale) con quella per Windows Phone 8 (non ufficiale). Prendiamo spunto da un video di Wmpoweruser.

Come potete vedere, entrambe le applicazioni hanno un design molto simile. Chiaramente Microsoft ha attinto a piene mani dalla progettazione di Google con l'obiettivo di non disorientare l'utenza. Questa strada della familiarità delle applicazioni è una tipica strategia della software house produttrice di WP8, e si ripete anche nella nuova applicazione in beta di Facebook in modo che l'eventuale passaggio dell'utente da Android non risulti traumatico.

Pur non essendo "originale" l'applicazione è venuta veramente bene, in molti tratti è anche più intuitiva e più piacevole da usare. Uno dei vantaggi della versione per WP 8 è la possibilità di scaricare i video e guardarli in seguito, mentre in quella per il robottino verde manca di questa caratteristica. E' possibile ascoltare l'audio riprodotto nel video anche a schermo spento e si aggiunge la possibilità di visionare gli avatar degli iscritti di YuoTube.

A favore della versione per Android possiamo dire che è possibile modificare i dettagli dei vostri video e caricarne di nuovi. Questa utilissima funzione non è presente su WP. A sua difesa possiamo affermare che, seppure venga identificata con una release 3.0, esso è in effetti il primo vero programma per vedere i video online (è considerata come una versione 1.0). I prossimi aggiornamenti apporteranno quel che manca.

Le conclusioni

La sfida si conclude con un bel pareggio, che però non pone fine al duello: come già si è detto in precedenza, la versione di WP ha margini di miglioramento consistenti. Per il resto si comportano bene entrambe e dove eccelle una, l'altra o prende una sufficenza o è proprio manchevole (come ad esempio la possibilità dei video in offline). Microsoft ce la sta mettendo tutta e come sempre rende i suoi sistemi operativi molto completi, cosa che abbiamo già visto con l'app di Facebook.

Via | Wmpoweruser.com